Quotidiano Nazionale logo
21 feb 2022

Sabaudia: corruzione sulle concessioni per gli stabilimenti balenari. Arrestata la sindaca

L'inchiesta dei carabinieri del comando di Latina: misure cautelari per altre 15 persone

Giada Gervasi, sindaca di Sabaudia
Giada Gervasi, sindaca di Sabaudia

C'è anche Giada Gervasi, sindaca di Sabaudia, cittadina del litorale laziale, fra le persone arrestate nell'ambito di un'inchiesta per corruzione condotta dai carabinieri del comando provinciale di Latina. L'amministratrice locale è stata collocata ai domiciliari. Sono 16, in tutto, le misure cautelari eseguite a partire da questa mattina, lunedì 21 febbraio. Le accuse rivolte agli indagati sono corruzione, concussione e turbativa d'asta. Nel procedimento, sono chiamati in causa anche altri amministratori e funzionari pubblici, oltre ad alcuni imprenditori. Gli accertamenti sarebbero partiti da un attentato incendiario che riguardo la caserma dei carabinieri forestali nell'estate del 2019.

C'è anche una ventina di indagati a piede libero. Delle 16 misure cautelari, 12 riguardano soggetti finiti agli arresti domiciliari, mentre 4 coinvolgono persone per le quali è stato disposto il divieto di dimora. Al centro della vicenda le concessioni demaniali riguardo gli stabilimenti balneari, i chioschi stagionali di rimessa, ma anche le aziende chiamate a lavorare in alcuni eventi di canottaggio.

Gervasi, 46 anni, avvocato, fu eletta prima cittadina nell'estate del 2017. Sostenuta da tre liste civiche, conquistò la poltrona di sindaco con il 77,8% delle preferenze, battendo il centrodestra che aveva guidato la perla del litorale laziale per 22 anni in fila.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?