Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 mag 2022

Ruben Razzante e il suo Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazione

La  nona edizione verrà presentata a Milano, a Palazzo Cusani (via del Carmine, 8), oggi  venerdì 27 maggio,alle 18.

27 mag 2022
featured image
Il professor Ruben Razzante
featured image
Il professor Ruben Razzante

Milano, 27 maggio 2022 - Dalla digitalizzazione alla informazione che passa attraverso internet ma anche piattaforme sociale magari causando una vera e propria overdose di informazione. Una massa all'interno della quiale è difficile distinguere contenuti doc da spazzatura o ddiritura fake. Risposte alle esigenze di corretta informazione vengono dalla nona edizione del “Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazione” di Ruben Razzante (edizioni Cedam-Wolters Kluwer) verrà presentata a Milano, a Palazzo Cusani (via del Carmine, 8),  oggi  venerdì 27 maggio, alle 18. In occasione della presentazione del Manuale, insieme all’autore Ruben Razzante interverranno il Presidente Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), Giacomo Lasorella, e il Presidente Associazione produttori audiovisivi (Apa), Giancarlo Leone, che si confronteranno sul tema “Imedia e le nuove regole dell’ecosistema digitale, tra libertà e responsabilità”. Ruben Razzante è Professore di Diritto dell’informazione, di Diritto della comunicazione per le imprese e i media e di Diritto europeo dell’informazione presso l’Università Cattolica di Milano, e di Diritto dell’informazione e deontologia giornalistica alla Lumsa di Roma. È giornalista professionista e docente ai corsi promossi dall’Ordine dei giornalisti e collabora come editorialista con diversi quotidiani. A tre anni dall’ultima edizione si è reso necessario un intervento di ampliamento del Manuale, perché l’ambiente digitale sta trasformando le modalità di interazione tra soggetti e i meccanismi di produzione e distribuzione di contenuti, non solo di quelli a carattere informativo. La progressiva digitalizzazione delle nostre vite, infatti, pone nuove sfide e genera un incalzante processo di disintermediazione che, alimentato dal web e dalle piattaforme social, amplifica i messaggi e genera un’overdose di informazioni spesso non verificate. In questo contesto soltanto gli strumenti del diritto possono aiutarci nella costruzione di un ecosistema digitale più inclusivo e meno tossico, fondato sulla corresponsabilità di tutti gli attori; un nobile scopo che è diventato una necessità, promossa e supportata grazie alle novità ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?