Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Iolanda Nanni e Angela Zerilli, in Regione Lombardia un minuto di silenzio per ricordarle

La consigliera regionale e deputata pavese uccisa dal cancro e la funzionaria che ha perso la vita nel crollo del ponte di Genova

Ultimo aggiornamento il 11 settembre 2018 alle 10:58
Il Consiglio regionale lombardo

Milano, 11 setrembre 2018 - Il Consiglio regionale della Lombardia ha ricordato con un minuto di silenzio prima dell'inizio dei lavori dell'Aula la consigliera e deputata del M5S Iolanda Nanni, scomparsa quest'estate dopo una lunga malattia, e Angela Zerilli, dipendente della Giunta regionale che ha perso la vita nel crollo del Ponte Morandi a Genova.

"Due donne impegnate a diverso titolo nella nostra regione", ha detto il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi. "Ho avuto modo di conoscere e apprezzare la sua tempra forte e combattiva, da sempre in prima line con grande passione e generosità politica», ha aggiunto Fermi. "Angela Zerilli era una donna precisa, perfezionista e con un grande senso del dovere», ha concluso il presidente dell'assemblea. Anche il consigliere pentastellato Dario Violi ha voluto ricordare la sua compagna di partito: "Tutti la ricordano come una guerriera" ha detto Violi "è esempio di cosa dovrebbe essere la politica, cioè con un grande senso di comunità" e di "legame con il territorio, non chiudersi nei palazzi, non allontanarsi dai cittadini, né dal primo degli industriali né dall'ultimo dei cittadini ma di essere vicini al territorio e cercare di risolvere i problemi". 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.