Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 lug 2021
10 lug 2021

Pedopornografia, 7 denunciati e un arresto per scambio e detenzione di immagini e video

I provvedimenti a Napoli e Cosenza, il materiale era prodotto mediante lo sfruttamento sessuale di minori, su una nota App di messaggistica

10 lug 2021
Ua immagine fornita dalla polizia postale di Milano, 25 giugno 2021: Blitz della Polizia postale in Lombardia in un'inchiesta, coordinata dalle Procure di Milano e Brescia, sul contrasto alla pedopornografia on line che ha portato ad un arresto e a 17 perquisizioni. L'arrestato � un 32enne bresciano accusato di detenzione di ingenti quantitativi di materiale pedopornografico. Dall'analisi dei suoi dispositivi informatici � emerso, spiega la polizia, "non solo che l'uomo era particolarmente attivo su una chat in cui venivano condivisi video di abusi sessuali nei confronti di bimbi molto piccoli, ma sono stati rinvenuti filmati autoprodotti" con abusi sessuali ai danni di sua figlia.
ANSA/POLIZIA EDITORIAL USE ONLY NO SALES
Una immagine fornita dalla polizia postale
Ua immagine fornita dalla polizia postale di Milano, 25 giugno 2021: Blitz della Polizia postale in Lombardia in un'inchiesta, coordinata dalle Procure di Milano e Brescia, sul contrasto alla pedopornografia on line che ha portato ad un arresto e a 17 perquisizioni. L'arrestato � un 32enne bresciano accusato di detenzione di ingenti quantitativi di materiale pedopornografico. Dall'analisi dei suoi dispositivi informatici � emerso, spiega la polizia, "non solo che l'uomo era particolarmente attivo su una chat in cui venivano condivisi video di abusi sessuali nei confronti di bimbi molto piccoli, ma sono stati rinvenuti filmati autoprodotti" con abusi sessuali ai danni di sua figlia.
ANSA/POLIZIA EDITORIAL USE ONLY NO SALES
Una immagine fornita dalla polizia postale

Napoli - La Polizia di Stato di Napoli, nell'ambito di un'articolata operazione finalizzata al contrasto della pedopornografia on line , ha denunciato 7 persone ritenute responsabili di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico.  L'attività di indagine, coordinata dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma - Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online (C.N.C.P.O.) e diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli - IV Sezione - Fasce Deboli, è scaturita in ambito di cooperazione internazionale di polizia da una segnalazione del collaterale canadese per scambio di materiale pornografico prodotto mediante lo sfruttamento sessuale di minori, avvenuto su una nota App di messaggistica istantanea.  Gli accertamenti, effettuati dalla Polizia Postale di Napoli, attraverso l'analisi delle tracce informatiche , relative alle connessioni di interesse investigativo, hanno consentito di identificare i 7 autori dei gravi fatti di reato oggetto di indagine, residenti nelle provincie di Napoli, Roma e Foggia. 

A seguito delle perquisizioni eseguite presso le abitazioni degli indagati, sono stati sequestrati numerosi dispositivi all'interno dei quali sono stati rinvenuti immagini e video relativi ad abusi e violenze su minori.  Gli investigatori della Polizia Postale di Napoli, inoltre, nell'ambito di un'analoga attività di indagine, ha arrestato un cittadino straniero residente in provincia di Cosenza , responsabile della detenzione di ingente quantitativo di materiale pedopornografico reperito online e scambiato con altri utenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?