Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 gen 2022

Omicron, settimana cruciale. Crisanti: capiremo se scavallato picco o c'è piccola ripresa

Il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell'università di Padova: "Lo stato di emergenza scade a marzo, sarebbe ora che finisse"

26 gen 2022
Il virologo Andrea Crisanti
Il virologo Andrea Crisanti
Il virologo Andrea Crisanti
Il virologo Andrea Crisanti

Milano - Negli scorsi giorni è stato lo stesso commissario straordinario Francesco Figliuolo a sottolinearlo: l'Italia ha raggiunto il plateau e a breve la curva epidemiologica dovrebbe inforcare la auspicata strada della discesa. Secondo Andrea Crisanti sarà questa la settimana decisiva per capire se l'ultima maxi ondata di Covid-19, sostenuta dalla diffusione della varante Omicron, ha preso la direzione sperata.  "Penso che questa settimana - ha spiegato oggi all'Adnkronos Salute il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell'università di Padova - sicuramente sapremo se abbiamo scavallato il picco o se abbiamo probabilmente una piccola ripresa legata alle scuole", cioè alla ripresa delle lezioni dopo le feste natalizie, che è stata peraltro accompagnata anche da un'intensa attività di testing. 

Per l'Oms il 2022 potrebbe decretare la fine della fase emergenziale della pandemia. "Come dovrà affrontare l'Italia quella che si prospetta come una nuova fase di Covid-19? Credo sia tempo di adattarsi - ha detto Crisanti - Lo stato di emergenza scade a marzo, e sarebbe pure ora che finisse. Perché anche il prolungamento dello stato di emergenza è una manifestazione del fatto che non ci si è adattati all'emergenza".

Oggi  in Italia sono167.206 nuovi casi in Italia e - dato drammatico - 426 i morti.  1.097.287 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.397.245. Il tasso di positività è al 15,2%, in aumento rispetto al 13,4% di ieri. Sono 1.665 le terapie intensive, 29 meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 123. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 20.001, ovvero 26 in meno rispetto a ieri. 

Approfondisci:

Omicron, la variante non varia più. E la Delta? Sta scomparendo. Ecco perché

Approfondisci:

Bollettino Covid oggi 26 gennaio: contagi e decessi in Italia e Lombardia

Approfondisci:

Covid, ai minimi il tasso di crescita dei ricoveri: dagli ospedali Fiaso il giro di boa

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?