Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Slovenia, confermato un caso di Omicron 2: la variante bussa alle porte dell'Italia

Lubiana sta analizzando altri due casi sospetti che potrebbero appartenere alla sottoversione BA.2. In Spagna accertati cinque casi

An illustration picture taken in London on December 2, 2021 shows four syringes and a screen displaying the word 'Omicron',  the name of the new covid 19 variant, and an illustration of the virus. (Photo by Justin TALLIS / AFP)
Variante Omicron

Lubiana (Slovenia) - In Slovenia è stato confermato, nel nordest del Paese, il primo caso della versione BA.2 della variante Omicron. Lo ha comunicato in conferenza stampa la direttrice dell'Istituto nazionale per la salute, l'ambiente e l'alimentazione (NLZOH) , Tjaša Žohar Čretnik, il quale ha sottolineato al tempo stesso la mancanza di dati uniformi tra le sottoversioni.

Secondo alcune informazioni non ancora confermate, altri due casi sarebbero stati individuati anche dall'Istituto di microbiologia e immunologia (IMI). La cosiddetta Omicron 2, responsabile della risalita dei contagi in Gran Bretagna, è dunque alle porte del'Italia. La responsabile dell'NLZOH ha spiegato che la quinta ondata dell'epidemia è stata finora caratterizzata dalla sottoversione BA.1, diventata dominante in poche settimane e confermata in oltre il 95% dei tamponi molecolari.

L'impatto della variante Omicron nelle strutture ospedaliere ha colpito sia il personale sanitario che i pazienti ricoverati per altre malattie. La portavoce dell'esecutivo per il coronavirus, Maja Bratuša, ha detto che le autorità sanitarie inizieranno a segnalare i dati sul numero di pazienti in cura negli ospedali per covid e con covid. Al momento più della metà dei pazienti è ricoverata a causa di una seconda diagnosi, ma gli viene riscontrata una co-infezione con coronavirus. 

La versione BA.2 della variante Omicron del coronavirus è stata individuata anche in Spagna, con cinque casi in tre regioni: Catalogna, Madrid e Baleari. La ministra della Sanità, Carolina Darias, ha spiegato che, "con tutta la prudenza del caso", pare che questa versione del virus si comporti "in modo simile" alla versione di Omicron BA.1. Tuttavia, ha aggiunto, questa versione è ancora oggetto di studio per capire se possa avere comportamenti preoccupanti.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?