Laura Perselli e Peter Neumair
Laura Perselli e Peter Neumair

Ancora una importante novità nell'inchiesta di Bolzano sulla scomparsa di Peter Neumair e Laura Perselli, la coppia svanita nel nulla il 4 gennaio scorso e ora ritenuta vittima di un duplice omicidio. Dopo il figlio Benno (accusato di omicidio ed occultamento di cadavere) c'è ora un secondo indagato finito nel mirino della Procura altoatesina: si tratta di un'amica di Benno Neumair, il figlio trentenne della coppia, accusato di omicidio ed occultamento di cadavere. La donna, in realtà, non avrebbe nulla che fare con la scomparsa dei due coniugi ma è indagata per favoreggiamento. 


La giovane donna, residente ad Ora, avrebbe infatti deciso di consegnare i vestiti che Benno indossava la sera della scomparsa dei suoi genitori, quando era andato a trovarla. Appena arrivato, lui si era fatto una doccia e lei, ha spiegato la donna, per fargli una cortesia aveva messo i vestiti in lavatrice e poi li aveva riposti in un armadio. Benno, la mattina successiva, avrebbe indossato altri vestiti, che si era portato da casa. La donna ha ora deciso di consegnare i vestiti agli inquirenti. Si tratta di 3 t-shirt, una felpa, un paio di pantaloni e un paio di calzini. Il materiale dovrà essere analizzato dal Ris. La donna ha detto agli inquirenti che i vestiti non erano comunque sporchi, tantomeno presentavano macchie di sangue. Proseguono, intanto, le ricerche  nella diga di Mori dei corpi di Laura Perselli e Peter Neumair.