Berlino, 2 dicembre 2021 - La quarta ondata del Coronavirus sta mettendo in ginocchio la Germania. Per questo, è necessario prendere decisioni drastiche utili a ridurre l'epidemia. Tra queste, una delle più rilevanti del pacchetto varato dall'ultima conferenza Stato-Regioni, annunciato da Angela Merkel a Berlino, un lockdown di fatto per i non vaccinati, con l'estensione del 2G al commercio al dettaglio su base federale, e la riduzione dei contatti.

Merkel: "Vorrei fossimo come in Italia"

"La situazione è ancora molto grave", si legge nel documento approvato durante la riunione. "La quarta ondata deve essere spezzata, occorre un atto di solidarietà nazionale", ha avvertito Merkel, sottolineando che in alcuni ospedali la situazione è al limite e i pazienti devono essere trasferiti.  "Mi sentirei meglio se fossimo in una situazione come quella dell'Italia", ha ammesso la cancelliera a proposito dell'incidenza dei contagi. E ha fatto sapere che la "Germania avvierà il dibattito parlamentare per il vaccino obbligatorio anti-Covid", che potrebbe scattare a febbraio. Il vertice di oggi è stato l’ultimo a cui ha partecipato Merkel, ma era presente il cancelliere in pectore Olaf Scholz, che dovrebbe essere eletto dal Bundestag l'8 dicembre. Quest'ultimo ha definito le misure "corrette e necessarie" e ha sottolineato l'importanza che siano "chiare e precise". Il futuro cancelliere ha lanciato un nuovo appello a vaccinarsi e ha fatto riferimento all'"ambizioso obiettivo" di somministrare 30 milioni di dosi entro la fine dell'anno, una "grande sfida logistica". 

Covid, la Germania trasferirà malati all'estero, anche in Lombardia

Obbligo vaccinale, von der Leyen: "Discutiamone in Ue"

Contagi e decessi

Stando al Robert Koch Institut, l'indice settimanale dei positivi su 100mila abitanti è 439,2, lunedì aveva toccato il record di 452,4. Le nuove infezioni registrate nelle 24 ore sono 73.209 (una settimana fa erano 75.961). I decessi sono stati 388 (sette giorni fa erano 351). La Germania, che ha una quota di vaccinati con protezione completa del 68,7%, intende vaccinare fino a 30 milioni di persone entro Natale.

Lockdown per i non vaccinati

Scatta, dunque, il lockdown dei non vaccinati in Germania, dove solo chi è immunizzato potrà entrare in ristoranti, musei, cinema, eventi culturali e negozi. La regola, già applicata in alcune regioni, ora sarà applicata a livello federale, a prescindere dall'incidenza dei casi. Per quanto riguarda la chiusura di locali notturni e discoteche scatterà con un'incidenza da 350 infezioni ogni 100mila abitanti. Al momento quindi la misura doverebbe essere in vigore, visto che l'incidenza media in Germania è di 439,2. Per quanto riguarda gli eventi sportivi e culturali., il pubblico sarà drasticamente ridotto: sarà permesso solo un 30-50% dei posti disponibili. Gli incontri privati di persone non vaccinate saranno limitati alla propria famiglia o nucleo di convivenza e ad altre due persone di un'altra bolla di convivenza, senza contare i minori fino a 14 anni. Nelle scuole sarà di nuovo obbligatorio l'uso della mascherina.