Via libera dal Consiglio dei ministri al decreto legge 'Misure urgenti per l'esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, in materia di università e dei trasporti', con le nuove norme sull'utilizzo del Green pass. Dopo ristoranti, piscine, palestre, cinema, stadi e teatri, il governo approva il nuovo decreto che rende obbligatorio l'uso della certificazione per scuola, università e trasporti a lunga percorrenza. Il testo, 10 articoli, entra in vigore il giorno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, dunque entro il 7 agosto. "Con questo decreto - ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza- facciamo un ulteriore passo in avanti e lo facciamo su tre ambiti che riteniamo decisivi per il paese: la scuola, che è fattore essenziale e l'università. All'università il pass è disposto non solo per il personale ma anche per gli studenti. Il terzo ambito riguarda i trasporti , per renderli più sicuri".

 "Abbiamo approvato un nuovo decreto legge che punta sullo strumento del green pass per gestire questa fase epidemica. I numeri davanti a noi sono incoraggianti con 70 milioni di dosi somministrate: in questa fase la scelta del governo è investire sul pass per evitare chiusure e tutelare libertà" ha aggiunto Speranza, al termine del Consiglio dei ministri. Il vaccino, ha aggiunto, è' "lo strumento decisivo in questa fase", la vaccinazione costituisce "la vera forza di questa sfida", il vaccino "è lo strumento per chiudere una fase". "Tutti i numeri di cui disponiamo concordano nel dire che i vaccini sono efficaci e sicuri e consentono di affrontare questa fase in maniera diversa. Quindi continuare su questa strada", ha spiegato. L'obbligo non applica per i soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale e per i soggetti esentati dal vaccino con certificazione medica. (Green pass: cosa dice la circolare per le esenzioni al vaccino)

Cosa cambia con il nuovo decreto legge, la guida

Soddisfatto il premier Mario Draghi: "Se guardiamo indietro, ai primi sei mesi dell`attività del Governo, si deve riconoscere che abbiamo lavorato abbastanza bene e di questo voglio ringraziare voi ministri e il sottosegretario Garofoli che ha la delega per l`attuazione del programma". Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, si è rivolto ai ministri nel corso del Cdm che si è svolto oggi pomeriggio. "Questi risultati devono spronarci a continuare con la stessa determinazione quando torneremo dalla pausa estiva, perché sono ancora molti i provvedimenti che abbiamo in programma", ha aggiunto.