Dalla sala panoramica di poppa del ponte superiore dello storico piroscafo Piemonte, ricco di tradizione, alla tecnologia green della moderna motonave Topazio. Una voluta contrapposizione che ha messo in risalto le differenze tra passato e presente ma anche l’importanza della storia e dell’esperienza per il progresso e l’evoluzione del mondo della navigazione in acque interne.

Costruita nei cantieri navali Cartubi di Trieste e poi completata ad Arona nel gennaio 2021, prende servizio sul lago Maggiore la Topazio. Una motonave passeggeri di 200 sedute di grande comfort per i passeggeri ed elevata attenzione all’accessibilità per viaggiatori disabili e alle esigenze degli utenti. La nave, che sfrutta la propulsione elettrica nelle manovre di avvicinamento e di allontanamento allo scalo e l’energia elettrica/diesel per le altre operazioni, è il fiore all’occhiello di Navigazione Laghi. L’imbarcazione è il frutto dell’impegno sostenibile dell’ente governativo che negli ultimi anni ha destinato fondi ed energie in nuovi progetti di ammodernamento e nuove costruzioni, con particolare attenzione all’ecologia e all’ambiente.

“Sono molto orgoglioso - afferma il direttore generale di Navigazione Laghi, Alessandro Acquafredda - che questo progetto sia stato portato a termine: si tratta infatti della prima imbarcazione ibrida diesel/elettrica in servizio nelle acque interne italiane e l’inaugurazione della Topazio, in questo particolare momento storico, vuole essere un messaggio di positività per Navigazione Laghi e per tutto il territorio del lago Maggiore, con l’auspicio di un ritorno alla vita di sempre. La Topazio è una nave sostenibile; la sua costruzione si inserisce in un più ampio percorso, intrapreso ormai da tempo, di attenzione all’ambiente ed ai territori che ci circondano, senza dimenticare la qualità del trasporto per i nostri passeggeri. È stato un progetto ambizioso e oggi siamo felici di poterlo mostrare a cittadini, turisti ed utenti di Navigazione Laghi”.

Navigazione Laghi garantisce dalla fine degli anni ’50 il servizio di trasporto pubblico di linea sui grandi laghi interessando una vasta area del Nord Italia. Sul lago Maggiore sta per essere completata un’attività di ibridizzazione di un traghetto veicoli e sono in fase di costruzione tre navi - una per lago, Maggiore, Garda e Como - in configurazione ibrida/parallela.