I carabinieri lungo le sponde del Piave
I carabinieri lungo le sponde del Piave

Treviso, 23 giugno 2021 - Giallo nel Trevigiano. Il corpo di una giovane donna è stato trovato oggi, attorno alle ore 13 all'Isola dei Morti lungo le sponde del Piave a Moriago della Battaglia, in provincia di Treviso. Il cadavere, con diverse ferite da taglio, è stato trovato da un escursionista che ha subito lanciato l'allarme al 118 e alla Centrale dei Carabinieri. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Vittorio Veneto e del Nucleo Investigativo del Comando di Treviso. Tutte le piste sono aperte, ma le forze dell'ordine puntano sull'omicidio. 

Secondo una prima ricostruzione, la donna, Elisa Campeol, una 35enne residente a Pieve di Soligo (Treviso), si era recata nella zona, sulle sponde del fiume, soltanto per prendere il sole. Il suo corpo è stato rinvenuto a terra, accanto ad un lettino pieghevole. La morte è stata causata da numerosi colpi di arma da taglio, evidenti sul corpo. Dal momento del delitto a quello in cui un passante, verso le 12.30, ha notato il corpo nel parco e dato l'allarme al 118, sarebbe trascorsa meno di un'ora. In queste ore un uomo si trova nella caserma dei carabinieri di Valdobbiadene (Treviso) sottoposto ad accertamenti in relazione all'omicidio. L'uomo, come è emerso successivamente, si è costituito.

Si tratta di un coetaneo della vittima che, a quanto si è potuto sapere, non parrebbe avere alcuna relazione o conoscenza con la donna. Il sospetto avrebbe fatto le prime ammissioni al pm di turno della procura di 
Treviso e al comandante del nucleo operativo del comando. Ancora da chiarire le motivazioni del tragico gesto (l'uomo si è presentato in caserma con ancora in mano il coltello con cui ha colpito più volte la vittima). I carabinieri escludono per il momento la rapina dato che vicino alla donna è stata trovata intatta la borsetta. Si punta invece a un raptus improvviso da parte dell'aggressore.