FAMIGLIA Galimberti, partito da un negozietto di fornelli a gas, con il figlio Paolo senatore
FAMIGLIA Galimberti, partito da un negozietto di fornelli a gas, con il figlio Paolo senatore

Limbiate, 17 gennaio 2016 - L'affetto e la riconoscenza di tanti suoi dipendenti, di colleghi imprenditori e di vari collaboratori, oltre naturalmente a quello di una famiglia unita e orgogliosa, hanno reso speciale il giorno del 90esimo compleanno di Ilario Galimberti, fondatore del marchio della «Grande G» da cui prese vita Euronics.

FAMIGLIA Galimberti, partito da un negozietto di fornelli a gas, con il figlio Paolo senatoreUNITI A sinistra la festa con dipendenti, colleghi imprenditori, collaboratori e naturalmente la famiglia. A destra in una foto del 2006 col presidente Napolitano che lo ha insignito dell’onorificenza di cavaliereUn imprenditore d’altri tempi, di quelli partiti dalla Brianza con poco o niente, per diventare leader a livello nazionale. E’ stata una giornata speciale che il cavalier Galimberti, insignito dell’onoreficenza nel 2006 dal presidente Napolitano, ha comunque voluto iniziare come tutte le altre, nel grande ufficio «open space» del quartier generale di Euronics a Limbiate, dove continua a seguire da vicino l’attività dell’azienda che è lui stesso fondò nel 1954, partendo da un piccolo negozietto che vendeva fornelli a gas. Famiglia, amici e lavoro - come ha ricordato il figlio Paolo durante il pranzo per i festeggiamenti - sono stati i tre capisaldi della vita di Ilario Galimberti, le tre componenti riunite in occasione di un traguardo importante come quello dei 90 anni, di cui quasi 60 trascorsi al fianco della moglie Luigia.

FAMIGLIA Galimberti, partito da un negozietto di fornelli a gas, con il figlio Paolo senatoreUNITI A sinistra la festa con dipendenti, colleghi imprenditori, collaboratori e naturalmente la famiglia. A destra in una foto del 2006 col presidente Napolitano che lo ha insignito dell’onorificenza di cavalierePoi le passioni, come le passeggiate nei boschi a caccia di funghi, la bicicletta, l’Inter, ricordata con la maglia personalizzata ricevuta in regalo. «Sono riuscito a fare quasi tutto, senza avere quasi niente», ama ripetere per ricordarsi di una vita in cui il sacrificio, il coraggio, la determinazione sono stati ingredienti fondamentali, accanto a principi di lealtà e correttezza che gli riconoscono tanto i suoi dipendenti, alcuni con lui da 40 anni, quanto i suoi colleghi e che ha saputo trasmettere ai figli Mara, Aldo e Paolo che oggi hanno preso in mano le redini dell’azienda, cresciuta col tempo fino a contare oltre 500 collaboratori e che, dopo l’acquisizione di Derta Spa avvenuta a fine 2013, controlla 34 punti vendita distribuiti in 6 regioni italiane.

FAMIGLIA Galimberti, partito da un negozietto di fornelli a gas, con il figlio Paolo senatoreUNITI A sinistra la festa con dipendenti, colleghi imprenditori, collaboratori e naturalmente la famiglia. A destra in una foto del 2006 col presidente Napolitano che lo ha insignito dell’onorificenza di cavaliere«Mai fermarsi !» , ripete ancora oggi come un mantra il signor Ilario. «Ho iniziato più di sessant’anni fa con il mio primo e piccolo negozietto e lo stimolo, la forza e l’entusiasmo di allora mi appartengono ancora. Oggi, in più, mi rallegro perché i miei figli proseguono con i miei stessi valori, nella conduzione di quella che personalmente non riesco a considerare solo un’azienda». La famiglia che diventa impresa e l’impresa che diventa famiglia, è certamente una delle chiavi del successo, celebrate con la festa per i 90 anni di Ilario Galimberti, un successo tutto Made in Brianza.

di GABRIELE BASSANI