Quotidiano Nazionale logo
27 apr 2022

Mariupol, le terribili foto dall'ospedale nell'acciaieria Azovstal

Il comune della città ha condiviso le immagini: "Il mondo deve sapere cosa sta succedendo"

+++ ATTENTION EDITOR: THIS PICTURE CONTAINS GRAPHIC CONTENTS+++ 
Le prime immagini dall'ospedale allestito dentro uno dei rifugi dell'acciaieria Azovstal di Mariupol, dove sono assistiti i feriti sia militari
che civili, 27 aprile 2022.
ANSA/MUNICIPALITA' DI MARIUPOL EDITORIAL USE ONLY NO SALES
Foto dall'ospedale acciaieria Azovstal

Immagini raccapriccianti dell'ospedale allestito dentro uno dei rifugi dell'acciaieria Azovstal di Mariupol, dove vengono assistiti feriti sia militari che civili, sono state condivise dal consiglio comunale della città e riprese dall'Ukrainska Pravda. Sono foto crude, che mostrano persone colpite da schegge e proiettili che vengono sottoposte a interventi chirurgici in locali non sterili, con scarsa luce, su vecchie brande, materassini sporchi di sangue, in condizioni igieniche inesistenti. Il personale sanitario non ha più medicinali, rimuove parti metalliche da ferite profonde, amputa arti, nel disperato tentativo di salvare vite.

L'ospedale improvvisato in uno dei rifugi sotterranei dell' acciaieria Azovstal
L'ospedale improvvisato in uno dei rifugi sotterranei dell' acciaieria Azovstal


Il Comune di Mariupol, che ha condiviso le immagini, scrive: "Ecco come appare l'ospedale di Azovstal. Foto terribili. Ma il mondo ha bisogno di sapere cosa sta succedendo. Sono 24 ore su 24 sotto il fuoco dell'esercito russo. Continuamente. E non solo i militari. La maggior parte sono civili. Ci sono almeno 2.000 civili nello stabilimento metallurgico. Donne, bambini e anziani. Molti feriti. In condizioni antigieniche e condizioni terribili. Senza farmaci. La situazione è catastrofica, mancano acqua potabile e cibo. Queste persone devono essere salvate immediatamente".

L'ospedale improvvisato in uno dei rifugi sotterranei dell' acciaieria Azovstal
L'ospedale improvvisato in uno dei rifugi sotterranei dell' acciaieria Azovstal

Solo due giorni fa, il 25 aprile, era stato lanciato l'allarme dalle donne che vivono nei bunker dell'acciaieria di Azovstal: "I bambini non riescono a dormire a causa dei bombardamenti continui. Ci hanno privato dalla nostra vita pacifica sulla nostra terra, che non è la loro terra; della nostra bella città, del lavoro, della nostra scuola, dell' ospedale. Non abbiamo più acqua o cibo, ne rimane solo per pochi giorni. Cosa daremo da mangiare ai bambini? Per quanto tempo saremo qui, sotto i bombardamenti? E che dire del mondo intero? Sta guardando come Mariupol viene uccisa?".

L'ospedale improvvisato in uno dei rifugi sotterranei dell' acciaieria Azovstal
L'ospedale improvvisato in uno dei rifugi sotterranei dell' acciaieria Azovstal

 Dopo oltre 60 giorni di guerra manca tutto e ci si arrangia come si può. Al posto dei pannolini per i più piccoli si usano buste di plastica, al posto delle coperte vestiti sporchi. Le condizioni di vita peggiorano ogni giorno nei sotterranei dell'acciaieria assediata dai russi. "Dimenticato dal mondo, ma non da Azov", scrivono i soldati.

Le immagini dall'ospedale nell'acciaieria
Le immagini dall'ospedale nell'acciaieria

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?