Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Le industrie negano Ma non ci sono test

Nella sua relazione sugli Pfas l’Arpa Lombardia si è posta il problema delle cause della presenza di queste sostanze nelle acque superficiali e negli strati superficiali di falda in Lombardia. Si è mandato un questionario alle aziende industriali per chiedere chi ne facesse uso. Nessuna ha risposto di usarli. Si è anche chiesto se procedessero a sistemi di impermeabilizzazione o trattamenti sensibili, perché qualcuna potrebbe acquistare prodotti senza conoscerne la composizione. Nessuna ha risposto di sì. "Non sono quindi state individuate aziende che utilizzassero miscele o prodotti con presenza dichiarata di Pfas – dice Arpa –. In alcuni casi, le ditte stesse si erano già informate con i propri fornitori sull’assenza di Pfas nei prodotti forniti. L’attività di verifica non ha previsto – in questa prima fase – l’effettuazione di analisi allo scarico". Quindi, nessun test e nessuna ricerca delle sostanze nei reflui delle fabbriche.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?