Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 lug 2022

Isolamento positivi Covid: le regole non cambiano (per ora)

Il ministero: "Come sempre si verificherà andamento epidemiologico e ci sarà confronto con Regioni"

15 lug 2022
epa08261573 A nurse walks with misty goggles in a hospital designated for COVID-19 patients in Wuhan, Hubei province, China, 28 February 2020. The city reported 565 new cases of coronavirus infection on 29 February.  EPA/YUAN ZHENG CHINA OUT
Coronavirus
epa08261573 A nurse walks with misty goggles in a hospital designated for COVID-19 patients in Wuhan, Hubei province, China, 28 February 2020. The city reported 565 new cases of coronavirus infection on 29 February.  EPA/YUAN ZHENG CHINA OUT
Coronavirus

Roma - Sull'isolamento dei casi Covid positivi "restano le regole vigenti". Lo precisa il ministero della Salute sottolineando che non c'è "nessun cambiamento in vista in merito all'isolamento. Come sempre si verificherà andamento epidemiologico e ci sarà confronto con Regioni". Restano quindi le regole attualmente in vigore, nessun cambiamento anche sul fronte dei positivi asintomatici.  Quali sono le regole in vigore Le persone risultate positive al test diagnostico (molecolare o antigenico) per SARS-CoV-2 sono sottoposte alla misura dell’isolamento. Almeno dieci giorni di isolamento dal primo tampone positivo di cui gli ultimi tre senza sintomi (esclusi perdita di gusto e olfatto). I giorni di isolamento sono ridotti a sette per chi ha ricevuto la dose booster e per chi ha completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni. Si può uscire dall’isolamento soltanto dopo un test negativo. Se si è ancora positivi al test molecolare o antigenico e non si presentino sintomi da almeno 7 giorni (esclusi perdita di gusto o perdita di olfatto) si potrà interrompere l’isolamento al termine dei 21 giorni. Contatti stretti A coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 è applicato il regime dell’autosorveglianza, consistente nell’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2 che in caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. Gli operatori sanitari devono eseguire un test antigenico o molecolare su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?