Quotidiano Nazionale logo
22 gen 2022

Torino, incidente sul lavoro: cade nella sabbiatrice, morto operaio

L'uomo, 59 anni, stava lavorando in un'azienda di stampaggio. La tragedia a poche ore da quella del 18enne Lorenzo Parelli

featured image
Sono intervenuti i vigili del fuoco (foto d'archivio)

Torino, 22 gennaio 2022 - Ancora un incidente mortale sul lavoro, l'ennesimo degli ultimi mesi dove sul dramma delle morti bianche si sono accesi riflettori che non sembrano però essere in grado di fermare la strage. L'infortunio mortale si è verificato questa mattina alla Silca di Busano, storica azienda di stampaggio di via Rivara. Un operaio è caduto in una sabbiatrice (macchinario che si usa per pulire i pezzi dello stampaggio) e ha perso la vita a seguito dell'infortunio. Sono in corso gli accertamenti dei carabinieri e dei vigili del fuoco per chiarire la dinamica dell'accaduto. A dare l'allarme sono stati i colleghi dell'operaio. La vittima è Vincenzo Pignone, 59 anni, di Rivarolo Canavese.

La salma è stata trasportata nella camera mortuaria di Strambino, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sull'episodio indagano carabinieri e tecnici dello Spresal Asl To3, che hanno posto sotto sequestro il capannone in cui è avvenuto l'incidente. "E' fondamentale che il governo prenda atto di una situazione che non è piu' tollerabile e stanzi le risorse per avviare in tutte le provincie nuove assunzioni di ispettori del lavoro che possano andare a verificare in tutte le aziende il rispetto scrupoloso delle norme di sicurezza", commentano Edi Lazzi, segretario generale della Fiom Cgil, e Gianni Pestrin responsabile Fiom Cgil della Silca.

La tragedia segue di poche ore quella di Lorenzo Parelli, il 18enne che ha perso la vita ieri in provincia di Udine nel suo ultimo giorno di stage. Un caso che sta facendo disuctere e su cui oggi è intervenuta via Twitter anche l'ex presidente della Camera e deputata Pd Laura Boldrini: "Lorenzo Parelli, studente di 18 anni travolto da un attrezzo nel suo ultimo giorno di stage in fabbrica, a Udine. L'obbligo dell'alternanza scuola-lavoro non può diventare un rischio per la vita di ragazzi e ragazze. Nel 2021 oltre 1.100 morti bianche, questa strage va fermata!".  

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?