Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
13 giu 2022
m.mez.
Cronaca
13 giu 2022

Grigioni, abbattuto esemplare ibrido cane-lupo. Perché è doppiamente pericoloso

L'esemplare, dal manto particolarmente chiaro, era giunto in Svizzera dalle Alpi piemontesi dell'Ossola. Gli esami genetici confermano l'ibridazione

13 giu 2022
m.mez.
Cronaca
featured image
L'ibrido cane-lupo ucciso in Svizzera (Ufficio caccia e pesca Canton Grigioni)
featured image
L'ibrido cane-lupo ucciso in Svizzera (Ufficio caccia e pesca Canton Grigioni)

Un esemplare ibrido lupo-cane è stato abbattuto in Svizzera, nel Canton Grigioni. I risultati degli esami genetici cui è stato sottoposto l'animale hanno confermato i sospetti delle autoritùà elvetiche, come spiega in una nota l'Ufficio caccia e pesca cantonale. 

L'esemplare dal mantello particolarmente chiaro è quindi un ibrido figlio di un accoppiamento lupo-cane.  I doppi esami genetici condotti, quelli del Laboratoire de biologie de la conservation dell'Università di Losanna e del Seckenberg Zentrum für Wildtiergenetik di Gelnhause, non lasciano dubbi: il sospetto di ibridazione è stato confermato 

Prima di essere abbattuto nella Valla del Reno, nei dintorni di Coira, l'animale aveva attirato l'attenzione per il suo mantello chiaro molto appariscente ed era presumibilmente migrato dall'Italia settentrionale, dalle valli piemontesi dell'Ossola, attraverso il Canton Ticino e giungendo infine nei Grigioni. La quota di lupo nel patrimonio genetico dell'esemplare discende infatti dalla popolazione italo-alpina, anche se l'origine esatta dell'animale rimane  sconosciuta. Al momento non vi sono indizi in merito alla presenza di altri esemplari ibridi nel Cantone e in generale nella zona alpina a cavallo tra Italia e Svizzera.

L'ibridazione lupo-cane è un fenomeno marginale sulle Alpi, che tuttavia viene monitorato da quando le montagne hanno cominciato a ripopolarsi di branchi di lupi. Il mescolamento genetico e il potenziale proliferare degli ibridi potrebbe infatti rappresentare un doppio problema, per l'uomo e per il lupo. Un esemplare ibrido tende a comportarsi come un lupo, soprattutto se crescuto in branco, ma allo stesso tempo il patrimonio genetico del cane lo porta a essere mendo diffidente nei confronti degti uomini. E' quindi più propenso ad avvincinarsi ai contesti urbani e al bestiame, con tutte le conseguenze e i pericoli del caso. Allo stesso tempo, il proliferare della popolazione ibrida metterebbe a rischio il patrimonio genetico del lupo che nel giro di qualche generazione potrebbe quindi estinguersi. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?