Tom Cruise in 'Mission Impossible'
Tom Cruise in 'Mission Impossible'

Niente più guerra fredda e allunaggio, la nuova battaglia "spaziale" tra Usa e Russia per fortuna non impensierisce il mondo perché si disputa su un altro terreno: quello del primo film girato nello spazio. E a vincerla, a meno di sorprese e forfait, sarà Mosca che ha bruciato sul tempo gli Stati Uniti già pronti a festeggiare com Tom Cruise. Il divo di Hollywood, divenuto celebre per Top Gun, è pronto ad alzare l'asticella in tutti i sensi visto che entro l'anno dovrebbe girare la parte di un film diretto dal regista Doug Liman nella stazione spaziale internazionale in collaborazione con la Nasa, l'agenzia spaziale americana. A finanziare il colossal sarà l'imprenditore Elon Musk, il fondatore di Tesla. Il titolo non lo si conosce ancora ma il viaggio spaziale di Cruise e Liman dovrebbe durare dieci giorni con un budget di 200 milioni di dollari. Un progetto senza precedenti fino a quando la Russia ha annunciato di essere pronta a mandare nello spazio l'attrice Yulia Peresild con il regista Klim Shipenko per girare il film The Challenge (La sfida) con il supporto dell'Agenzia spaziale russa, Roscosmos, il cui direttore è finanziatore della pellicola. L'attrice si sta preparando fisicamente all'impresa che inizierà il 5 ottobre con il decollo della navicella dalla stazione di Baikonour.