Sondrio, 23 febbraio 2018 - Sunà de mars. È la festa folkloristica più popolare di Aprica, organizzata ogni anno per svegliare l’erba, allontanare l’inverno e sollecitare l’arrivo della primavera. Una festa che domani sera si materializzerà con i tradizionali suoni e rumori provocati da grossi campanacci – bronse e sampogn - utilizzati nelle contrade per dare il benvenuto alla bella stagione. Alla fine, degustazione di vin brulé e mach, piatto tipico a base di polenta e salsicce.

Bonate sotto. Domenica visita guidata al piccolo borgo bergamasco, apprezzato per l’aspetto medievale del nucleo urbano ma anche per alcuni interessanti luoghi di culto. Il ritrovo con l’organizzatrice Ivana Spelta è alle 15 nella piazza del paese. Si comincerà con la chiesa di San Giorgio (XII e XVII secolo) dalla bella facciata e dagli interni impreziositi da 35 tele, affreschi e statue del XVI-XIX secolo. La visita proseguirà nella vicina località di Lesine, nel Parco del Basso Brembo, dove si trovano i resti della basilica romanica sempre di San Giorgio. Prenotazione: 338.3687731.

Cucina mantovana. Domani e domenica, gran finale del festival dei sapori della terra dei Gonzaga con una sfida culinaria per decretare il migliore risotto 2018 tra quelli realizzati dalla Pro Loco di Castel d’Ario con il «riso alla pilota» e il Comitato di Villimpenta che proporrà il «riso alla Villimpentese», entrambi a denominazione comunale. Appuntamento a Mantova, al Palazzetto dello Sport. Info: www.festivalcucinamantovana.it

Galliate. L’elogio del buio e del suo fascino. Stasera alle 18, la gente verrà invitata a correre e passeggiare nel centro storico. In piazza Vittorio Veneto alle 18,30 verranno spente le luci per lasciare il posto ai lumi di candela nei locali pubblici. Alle 21, osservazione guidata del cielo con i telescopi (Apan), visite guidate e animazione.