Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 mag 2022

Evi Rauter, risolto dopo 32 anni il giallo della "ragazza appesa"

La giovane altoatesina era scomparsa nel 1990: una trasmissione televisiva ha risolto il cold case

18 mag 2022
Dopo 32 anni è stato risolto il 'cold case' di Evi Rauter, di Lana, scomparsa il 3 settembre del 1990 dallo studentato di sua sorella a Firenze.
++PER GENTILE CONCESSIONE DOLOMITEN  ++ HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++
Un'immagine di Evi Rauter
Dopo 32 anni è stato risolto il 'cold case' di Evi Rauter, di Lana, scomparsa il 3 settembre del 1990 dallo studentato di sua sorella a Firenze.
++PER GENTILE CONCESSIONE DOLOMITEN  ++ HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++
Un'immagine di Evi Rauter

Bolzano, 18 maggio 2022 - Per 32 anni il corpo della ragazza appesa in una pineta di Portbou, localita' della Costa Brava spagnola, e' rimasto senza un nome. Adesso quel corpo, trovato il 4 settembre del 1990, ha una identita': si tratta di Evi Anna Rauter, cittadina italiana che all'epoca aveva 19 anni ed abitava a Lana in Alto Adige. A risolvere il mistero, un vero e proprio cold case, e' stato il programma televisivo spagnolo Crims su TV3 e Catalunya Ra'dio in collaborazione con Ungelost (irrisolto), programma trasmesso da Austria TV. Tutti i dettagli saranno trasmessi da Crims nelle puntate del 13 e 20 giugno. La Guardia Civil ha avviato le procedure per poter identificare scientificamente la ragazza. Per ora ci sono solo impronte e fotografie post mortem della vittima alla quale non era mai stato prelevato il Dna. Il 23 aprile scorso, il canale privato Austria TV ha mandato in onda l'episodio Das erhangte Madchen ("la ragazza appesa"). A seguito della trasmissione, la televisione austriaca ha ricevuto una e-mail di una donna di Bolzano nella quale scriveva che la ragazza non identificata potrebbe essere la diciannovenne Evi Anna Rauter. La presentatrice di Crims' ha contattato la sorella che ha confermato che si trattava della stessa ragazza. "Ora dopo 32 anni sappiamo che e' mia sorella ma non sappiamo cosa sia successo in quelle 20 ore tra quando ha lasciato il mio appartamento a Firenze ed e' arrivata a ... (Portbou)? E' un mistero. Io e la mia famiglia siamo convinti che si tratti di Evi, ma non abbiamo nessun documento ufficiale della polizia", ha detto la sorella che ha chiesto la massima discrezione. Del caso si era occupato anche il programma televisivo italiano 'Chi l'ha visto'. Ora le autorita' austriache o italiane potrebbero riaprire il caso: in Spagna non e' piu' possibile, gli omicidi dopo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?