Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Epatite sconosciuta nei bambini, paura anche in Lombardia: segnalati due casi

La comunicazione della Regione al Ministero della Salute. I due piccoli pazienti sono ricoverati in osservazione

I bimbi sono ricoverati in osservazione
I bimbi sono ricoverati in osservazione

Milano, 22 aprile 2022 - Epatite sconosciuta nei bambini, l'incubo arriva anche in Lombardia. La segnalazione di due piccoli pazienti con epatite a eziologia ignota è stata trasmessa dall'assessorato al Welfare di Regione Lombardia al Ministero della Salute. Attualmente ricoverati in osservazione, i due bimbi non sono in pericolo di vita.

L'epatite acuta pediatrica di natura sconosciuta che sta mettendo in allarme l'Europa è quindi arrivata anche in Italia. Oltre alle due segnalazioni lanciate dalla Lombardia, sarebbero una decina i casi nel nostro Paese. Un bambino di 3 anni, in particolare, ha sviluppato la patologia molto aggressiva e dopo un ricovero all'ospedale Meyer di Firenze è stato trasportato all'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, nel timore di doverlo sottoporre a un trapianto di fegato poi scongiurato.

La malattia colpisce i bambini sotto i dieci anni e in tutto il mondo si sarebbero verificati circa una centinaio di casi, di cui una settantina in Gran Bretagna e 9 negli Usa. Ogni anno ci sono casi di epatiti la cui origine non è nota ma è la frequenza di queste segnalazioni che ha fatto scattare l'allerta.

"Su quello che sta succedendo in Italia si sta indagando in maniera molto approfondita". A dirlo è il direttore per la prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. "In Europa e in particolare nel Regno Unito sono arrivate diverse segnalazioni di casi di epatite acuta da causa non nota, soprattutto fra bambini sotto i 10 anni. A seguito di questa segnalazioni il Ministero della Salute già dal 14 aprile si è prontamente attivato per aggiornare e informare le regioni e per sollecitare a segnalare i casi sospetti che aderissero alla definizione fatta dall'Oms".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?