Nel giorno in cui  Veneto, Marche e provincia autonoma di Trento e di Bolzano tornano in arancione, alle 16.34 le dosi di vaccino somministrate, compreso il presidente Mattarella,  erano 11.344.180  (3.509.838 hanno ricevuto due dosi). Il bollettino del Covid in Italia oggi registra 7.767 nuovi casi e 421 morti.  Il tasso di positività sale al 6,8% dal 4,25% di 24 ore fa. Con i 21.733 negativizzati e dimessi delle ultime 24 ore il totale dei guariti da inizio pandemia è ora di 3.019.255.

Intanto da domani rientrano a scuola per seguire le lezioni in presenza circa 5,6 milioni di alunni: quasi il 66% degli 8,5 milioni di alunni iscritti nelle scuole statali e paritarie: due su tre.  Per domani o giovedì è  attesa la decisione dell'Ema su AstraZeneca e eventuali collegamenti fra i rarissimi casi di trombosi manifestatisi dopo la somministrazione del vaccino.  I carabinieri del Nas  hanno effettuato una serie di controlli sui mezzi pubblici di trasporto: tra i 756 tamponi di superficie raccolti su 693 veicoli, sono stati rilevati 32 casi di positività per la presenza di materiale genetico riconducibile al virus. 

 

I contagi in Italia / PDF

 Sono 7.767 i contagi per covid in Italia, per 112.962 test tra molecolari e antigenici 421 i decessi. Il tasso di positività sale al 6,8% dal 4,25% di 24 ore fa. Ieri i contagi erano stati 10.680 su 250.933 tamponi, 296 i morti.In Italia sono stati superati i tre milioni di guariti nell'epidemia di coronavirus. Con i 21.733 negativizzati e dimessi delle ultime 24 ore il totale è ora di 3.019.255. La regione che oggi registra il maggior incremento di casi positivi è il Lazio con 1.120 casi (ieri erano stati +1.419), seguito da Piemonte con +852, Campania con +846, Lombardia con +841, Emilia Romagna con +791,  Sicilia con +783, Toscana con +685, Veneto con +507, Puglia con +475. Una sola regione con zero nuovi casi: è il Molise

I contagi oggi in Lombardia

I dati lombardi di martedì 6 aprile

In Lombardia 

 

Con 10.467 i tamponi effettuati: 10.467 è di 841 il numero di nuovi positivi registrati in  Lombardia, una percentuale quindi dell'8%. Resta stabile il numero dei ricoverati: sono infatti 845 in terapia intensiva (13 meno di ieri) e 6.643 negli altri reparti (in aumento di 17). Sono invece 53 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 31.264. Per quanto riguarda le Province, sono stati segnalati 354 casi a Milano, di cui 103 in città, 91 a Brescia, 68 a Bergamo, 67 a Mantova, 64 a Monza, 53 a Pavia, 43 a Como, 29 a Varese,. 24 a Lodi, 17 a Lecco, 15 a Cremona e 5 a Sondrio. i tamponi effettuati sono  10.467 (di cui 7.685 molecolari e 2.782 antigenici) per un totale complessivo: 8.413.420. Ii nuovi casi positivi: 841 (di cui 24 debolmente positivi). I i decessi, totale complessivo: 31.264 (+53).  Ai dati nudi e crudi si aggiunge una buona notizia:  si sono azzerati i positivi al Pio Albergo Trivulzio, residenza milanese per anziani, finita l'anno scorso nell'occhio del ciclone a causa della pandemia di  Covid-19. Nella settimana che va dal 23 al 29 marzo su circa 540 tamponi molecolari effettuati sugli ospiti delle diverse strutture del Pat, tutti sono risultati negativi.

Le regioni

Abruzzo

Sono  66.660 i casi positivi al Covid 19 dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 47 nuovi casi. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 14 nuovi casi e sale a 2187. Gli attualmente positivi sono 10571 (-145 rispetto a ieri).  Il tasso di positività,  è pari a 3.2 %. 603 pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 70 (invariato rispetto a ieri con 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9898 (-152 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare. 

Alto Adige

A Bolzano città nelle giornate di Pasqua sono stati registrati 12 casi della variante nigeriana (B.1.525).  Sono 169, tre più di ieri, i pazienti covid ricoverati . Di questi 23 (+1) si trovano in terapia intensiva. Cinque i nuovi decessi e  22 casi positivi da tampone Pcr sulle 112  persone sottoposte al test e 13 positivi da tampone antigenico. 

Basilicata

Sale a 447 il numero di decessi in Basilicata a causa del Covid-19. Ieri sono stati registrati altri tre decessi; altri 5, invece, risalgono alle giornate del 3 e 4 aprile e non erano stati ancora conteggiati. Sempre ieri sono emersi altri 21 contagi, a fronte di 356 tamponi molecolari processati. Nella stessa giornata sono state registrate 14 guarigioni. I lucani attualmente positivi sono 4.666 di cui 4.479 in isolamento domiciliare. Sono 14.427 le persone guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria mentre i ricoverati  scendono a 187,  13 in terapia intensiva. 

Calabria

Sottoposti a test 643.229 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 684.728 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu' test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 49.304 (+203 rispetto a ieri), quelle negative 593.925. Dieci i nuovi decessi

Campania
 

I positivi del giorno sono 1.908 di cui asintomatici 1.273 e sintomatici 635. Tamponi molecolari del giorno sono 17.228 e quelli  antigenici 1.022. I nuovi decessi sono 7 per un totale di 5.516. I guariti sono 1.019 per un numero complessivo di 247.346. Questo il report posti letto su base regionale: terapia intensiva disponibili: 656; occupati: 153. Degenza disponibili: 3.160; occupati: 1.509. 

Emilia Romagna

  
I pazienti in terapia intensiva sono 367 (+1 rispetto a ieri), 3.206 quelli negli altri reparti Covid (+58). I malati effettivi, a oggi sono 70.890 (-1.313 rispetto a ieri). Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6,1%.  

Friuli Venezia Giulia

 
Rilevati 51 nuovi contagi con una percentuale di positività sui tamponi effettuati del 4%. I decessi registrati sono 14, ai quali si aggiungono 2 morti pregresse; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 81 mentre quelli in altri reparti risultano essere 604. 

Lazio

Sono 53.578 i casi attualmente positivi a  Covid-19 nel Lazio, di cui 3.240 ricoverati, 396 in terapia intensiva e 49.942 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 234.470, i decessi 6.848 e il totale dei casi esaminati è pari a 294.896.  I nuovi casi sono 1.120, 43 i morti e 727 i guariti.

Liguria

  
Sono 174 i nuovi positivi in Liguria, emersi dopo 2.405 tamponi molecolari e 755 test antigenici rapidi per una incidenza dunque del 5,5% sui 3.160 test totali. Salgono ancora i ricoveri, con 771 ospedalizzati (+10), 80 dei quali in terapia intensiva, e un incremento soprattutto dei ricoveri al Villa Scassi (+9). Da segnalare anche 3 nuovi ricoveri al Gaslini, che porta a 6 i ricoverati totali (1 in intensiva). Scende invece il totale dei casi positivi a 8.083 (-84). Sono 5 i decessi, di età compresa tra i 76 e gli 88 anni, registrati nell'ultimo bollettino diffuso da Regione.

Marche

  
Sono 66 i positivi al covid rilevati  nelle ultime 24 ore. Un numero basso, legato a quello complessivo dei tamponi testati nello stesso lasso di tempo, 844, meno del solito come sempre nei giorni successivi a quelli festivi.   

Molise

  
Nell'unica regione che oggi registra nessun nuovo caso di positività 762 le dosi di vaccino somministrate nei due giorni festivi di Pasqua e Pasquetta. Nel dettaglio 404 nella giornata di domenica e 358 in quella di lunedì. Sale così a 71.047 il numero complessivo delle dosi inoculate in regione, sono l'85,16% di quelle arrivate finora. 

Piemonte

In crescita in  oggi, i dati sui ricoverati con Covid. Il bollettino dell'Unità di crisi della Regione riporta un incremento di 5 pazienti in terapia intensiva, dove il totale risale a 370; negli altri reparti + 31, il numero complessivo passa a 3.882. I contagi sono 852, con un tasso di positivi del 6,8% rispetto ai 12.351 tamponi diagnostici processati (6.844 antigenici); la quota di asintomatici è de 41,4%. I morti sono 18 (di cui registrati oggi), il totale da inizio pandemia sale a 10.481. Le persone in isolamento domiciliare sono 28.536, gli attualmente positivi 32.788, i guariti + 1.799.


Puglia

Su  5.759 sono stati registrati 475 casi positiv e 70 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.932.738 test. 146.892 sono i pazienti guariti. 50.454 sono i casi attualmente positivi.


Toscana

 
Sono  203.410 i casi di positività al Coronavirus, 685 in più rispetto a ieri.  Sono stati eseguiti 6.805 tamponi molecolari e 1.948 tamponi antigenici rapidi, di questi il 7,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono 29.079, -0,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.991 (43 in più rispetto a ieri), di cui 279 in terapia intensiva (3 in meno). Purtroppo, oggi si registrano 32 nuovi decessi: 21 uomini e 11 donne con un'eta' media di 78,9 anni.

Trentino

 
Sono 4 i decessi in Trentino, tre uomini e di una donna, di età compresa fra i 71 e gli 84 anni. Negli ospedali rimane importante ma stabile la cifra relativa ai pazienti in terapia intensiva: sono 53 su un totale di 228. Ieri le dimissioni sono state 11, a fronte di 7 nuovi ricoveri. Sono 26 i positivi intercettati a fronte del basso numero di tamponi eseguiti, 820 quelli molecolari (12 positivi), 127 dei quali hanno confermato precedenti test antigenici positivi, e 198 tamponi rapidi (14 quelli positivi).. 

Sardegna 

Il laboratorio dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari ha identificato una variante di Covid- 19 non ancora segnalata in Italia, denominata A.27 che sembra essere responsabile di una maggiore trasmissione del virus. Intanto si registra un nuovo calo dei contagi e una sola vittima nelle ultime 24 ore. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 128 casi (contro i 261 e i 323 dei giorni precedenti). In totale sono stati eseguiti 1.036.300 tamponi, per un incremento complessivo di 6.082 test rispetto al dato precedente e un tasso di positività del 2%. 

 

Sicilia

 
Calo dei nuovi positivi al  Covid nelle ultime 24 ore in Sicilia. Secondo il bollettino del Ministero della Salute i contagi nell'Isola nelle ultime 24 ore sono 783 (ieri erano stati 909), a fronte di 11.769 tamponi processati, dato che determina un tasso di positivita' pari al 12%. Netto calo dei decessi, 13 (ieri erano stati 20). Il report riporta anche 23 guariti ed un incremento di attuali positivi di 747, con un dato complessivo di 24.452. Crescono i ricoverati con sintomi negli ospedali siciliani: sono 1.082 (+57), molto piu' contenuta la crescita nelle terapie intensive, 160 (+2) con 6 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare vi sono 23.210 persone. Intanto da mezzanotte sino a mercoledì 14 aprile, Palermo sarà in zona rossa.

 

Umbria

Dopo giorni di discesa costante tornano a salire i ricoverati Covid in Umbria, oggi 360, dieci più di ieri, 48 dei quali, uno in più, in terapia intensiva. Nell'ultimo giorno sono 70 nuovi positivi, 35 guariti e tre morti. In risalita gli attualmente positivi, ora 4.478, 32 più di ieri. Sono stati analizzati 1.167 tamponi e 842 test antigenici. Il tasso di positività è del 3,4% sul totale (ieri 6,1%) e del 5,9% per i soli molecolari (ieri 10,1%)  


Valle d'Aosta

Sono 34 i nuovi positivi che portano il totale a 9.755 da inizio pandemia. I positivi attuali sono 1.197, 24 ricoverati. Tra questi 15 in terapia intensiva e 1.127 invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Il totale dei decessi sale da 428 a 429. 


Veneto

Il numero dei positivi delle ultime 24 ore è di 507 su 9.888 tamponi, il 5,13% di incidenza. Sono 2.287 le persone ricoverate in ospedale, piu' +50 pazienti, di questi 315 sono in terapia intensiva (+13). Il totale dei morti è di 10.770, 15 i decessi di ieri. Negli ospedali si registrano 1.972 ricoveri (+37) nei reparti ordinari e un aumento (+13) nelle terapie intensive, con 315 posti letto occupati. 

Il virus nel mondo 


Sono più di 130 milioni i casi di contagio del coronavirus nel mondo, secondo gli ultimi dati forniti dalla Johns Hopkins University. Le infezioni sono stimate adesso in 130.267.898 e gli Stati Uniti continuano ad essere il Paese più colpito con 30.609.691 contagi, davanti a Brasile, India, Francia, Russia, Regno Unito e Italia (3.629.000 casi).  Il bilancio complessivo delle vittime ha superato invece i 2,8 milioni e si attesta adesso a 2.838.195 decessi.  L'India ha registrato 93.249 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, il livello più alto dal settembre scorso mentre con 277 decessi accertati domenica, gli Stati Uniti hanno registrato il numero più basso di morti da coronavirus in oltre sei mesi.

Il punto sui vaccini


Per il portavoce alla Salute della Commissione europea, Stefan de Keersmaecker "se prendiamo in considerazione le consegne" di dosi di vaccino "del primo trimestre, circa 107 milioni, e le aggiungiamo a quelle previste per il secondo trimestre, 300-360 milioni, pensiamo che su questa base avremo le dosi necessarie a raggiungere l'obiettivo di immunizzare il 70% degli europei adulti, 255 milioni di persone. "Il calcolo viene fatto sulla base delle dosi in consegna e non sulle campagne vaccinali degli Stati membri. È un obiettivo realistico".

In Italia, secondo il commissariato all'emergenza Covid-19 guidato da Francesco Paolo Figliuolo "ammonta a 1,5 milioni di dosi Pfizer la prima consegna di vaccini del mese di aprile, che entro la giornata di domani raggiungeranno le Regioni".

Scopri quando potrai vaccinarti 

 

Ritorno a scuola

Da domani rientrano a scuola per seguire le lezioni in presenza circa 5,6 milioni di alunni: quasi il 66% degli 8,5 milioni di alunni iscritti nelle scuole statali e paritarie: due su tre. Tra loro sono 2,7 milioni gli alunni più piccoli della scuola dell`infanzia e del primo ciclo, ammessi a scuola dal decreto legge 44, anche se si trovano in zona rossa. Per le stesse ragioni in quelle regioni in zona rossa potranno accedere agli asili nido anche 212 mila bambini. Altri 2,9 milioni di alunni (34,5%) ricominceranno ma in Dad, con la consueta alternanza del 50% per gli studenti delle superiori nelle regioni in cui è consentito. Le regioni più interessate dalla riapertura in presenza sono la Lombardia con 785.910 alunni (e 615.903 in Dad), il Lazio con 687.592  ( 133.737 in Dad) e il  Veneto con 573.694 (e 106.402 in Dad).

Paura Olimpiadi


Il Giappone tira dritto: le Olimpiadi di Tokyo inizieranno come previsto il prossimo 23 luglio. La revoca della partecipazione della Corea del Nord, pur non priva di risvolti politici, e l'annullamento della partita test di pallanuoto annunciati oggi sono pero' solo l'ennesimo segnale di una crescente preoccupazione, sia in patria che all'estero, per una possibile quarta ondata, innescata dalla nuova mutazione del coronavirus scoperta in Giappone. La variante, denominata Eek, è responsabile del 70% dei nuovi ricoveri segnalati negli ospedali di Tokyo ed è associata a una maggiore capacità di diffusione e a una sospetta resistenza ai  vaccini. Ancora piu' preoccupante la situazione epidemica nel distretto di Osaka, dove sabato scorso è stato registrato un record di 666 contagi che ha costretto le autorita' locali a imporre blocchi mirati e cancellare la cerimonia della fiamma olimpica. A Tokyo lunedi' sono state invece accertati 249 nuovi casi di Covid-19, ancora lontani dal picco di 2.500 casi segnato a gennaio. ccccccc