Quotidiano Nazionale logo
29 dic 2021

Covid: sfiorati i 100mila contagi e 136 morti. Record Lombardia: 32mila nuovi casi

Bollettino Italia del 29 dicembre 2021: il tasso di positività sale al 9.5%, in aumento i ricoveri in area medica (+489) e in terapia intensiva (+40)

Milano, 29 dicembre 2021 - E' sempre più veloce la corsa del Coronavirus. La variante Omicron si sta diffondendo a livello mondiale e diversi Paesi sono in allarme: Italia, Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna hanno registrato il record assoluto di contagi. Nel nostro Paese, ieri, oggi sono state rilevate quasi 100mila positività (la  Lombardia da sola ha sfondato i 30mila contagi e rischia la zona gialla, ma non è l'unica regione)Intanto, si moltiplicano le code, soprattutto in farmacia, a caccia di un tampone si avvicina un Capodanno senza eventi di piazza. 

Capodanno 2022, restrizioni Covid: le regole Paese per Paese

Nel frattempo, oggi, 29 dicembre, il Comitato tecnico scientifico ha affrontato la questione della riduzione della quarantena per i vaccinati con tre dosi che vengono a contatto con un positivo. Quali decisioni sono state prese? Stando alle indicazioni che il Cts ha dato ai rappresentanti di Governo riuniti nella Cabina di regia nel pomeriggio che poi sfocerà nel Consiglio dei ministri, sembra che non sia prevista la quarantena per chi è vaccinato con 3 dosi o che abbia fatto la seconda dose da meno di 4 mesi, 5 giorni per chi ha ricevuto la seconda dose da oltre 4 mesi e 10 giorni (con tampone finale) o 14 senza per chi non è vaccinato. E per contenere i rischi che deriverebbero da queste "maggiori libertà" il Cts avrebbe chiesto di accelerare con le vaccinazioni (magari introducendo l'obbligatorietà per più categorie).

Quarantena Covid, ecco come cambierà: il Cts dà il via libera

Zona gialla e arancione: ecco le regioni a rischio a gennaio 2022

Covid, bollettino del 29 dicembre 2021
Covid, bollettino del 29 dicembre 2021

Bollettino Italia /PDF

Sfiorati i 100mila positivi: sono 98.020 i casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 1.029.429 tamponi molecolari e antigenici. Ieri i casi erano stati 78.313 a fronte di 1.034.677 tamponi. Il tasso di positività sale al 9,5%, rispetto al 7,57% di ieri. Le vittime sono 136, mentre ieri erano state 202.  Sono 1.185 i pazienti in terapia intensiva, 40 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 126. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 10.578, ovvero 489 in più. I contagi totali in Italia dall'inizio della pandemia sono 5.854.428. I guariti sono 21.871 (ieri 16.746) per un totale di 5.042.472. Ancora in rialzo il numero degli attualmente positivi, 76.009 in piu' (ieri +61.352) che salgono a 674.865. Di questi, sono in
isolamento domiciliare 663.102 pazienti. La regione con più casi odierni resta ancora la Lombardia, in netta crescita (+32.696, un terzo del totale), seguita da Campania (+9.802), Piemonte (+9.671), Veneto (+8.666) e Toscana (+7.304). 

Bollettino Lombardia / TABELLA

È schizzato al 15,5% il tasso di positività in Lombardia: ieri era al 12,8%, il giorno prima all'11,4%. A fronte di 209.685 tamponi effettuati, sono 32.696 i nuovi positivi al Coronavirus, quasi 4000 in più di ieri, quando erano 28.795. Sono 191 i ricoverati nelle terapie intensive (-2 su ieri), 1.831 negli altri reparti, in crescita di 133. E sono 28 i decessi per un totale di 35.008 da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, a Milano i nuovi casi sono 13.650 di cui 5.152 nella città capoluogo. A Monza e Brianza sono 3.388; a Brescia: 2.757; a Varese 2.553, a Bergamo 2.466. Seguono Pavia con 1.807; Como con 1.341; Lodi con 1.052; Cremona con 891; Lecco con 814; Mantova con 708; Sondrio con 314. 

Covid, contagi in Lombardia il 29 dicembre 2021
Covid, contagi in Lombardia il 29 dicembre 2021

La direzione generale Welfare intanto oggi ha comunicato che Regione Lombardia attiva 78 nuovi posti letto nelle terapie intensive che, aggiungendosi ai 185 attuali, portano a una disponibilità totale di 263 postazioni. La Direzione Generale Welfare ha previsto la possibilità di attivare ulteriori 3 moduli, ciascuno da 15 posti letto di terapie intensive, nella struttura temporanea allestita presso Fiera Milano City. Nuovi posti di degenza per pazienti Covid-19 e la proroga delle attività erogate dai Covid hotel sono previsti anche da una delibera approvata dalla Giunta regionale della Lombardia. Si tratta di "ulteriori 400 posti di sub-acuti e ulteriori 400 fra posti di degenza di comunità di livello base per pazienti Covid e 'setting' di cure intermedie per pazienti Covid negativi, per un totale di 800 posti" ha spiegato l'assessore al Welfare Letizia Moratti. Come ogni giorno, da un paio di settimane, i centri tampone dell'Asst Santi Paolo e Carlo di Milano - come quelli di tutto il capoluogo - sono stati presi d'assalto da migliaia di persone alla ricerca di un test molecolare. Lunghissime le code fin dal primo mattino, sia fuori dalle strutture appositamente allestite negli ospedali di San Carlo e San Paolo sia nel drive trough di Trenno. A causa dell'elevato numero di contagi tra il personale,
Trenord,
la società che gestisce il trasporto ferroviario regionale in Lombardia, ha dovuto infine sopprimere circa 100 corse. "La possibilità di passare in zona gialla c'è, bisogna vedere i numeri che saranno raccolti giovedì. In questo momento, senza un miglioramento" dei dati, "è molto probabile che si passi in zona gialla". Lo ha detto stamattina il presidente lombardo, Attilio Fontana, ospite di e-Venti su Sky Tg24. "I numeri che si riferiscono ai ricoveri sia in rianimazione sia nei reparti è borderline tra il bianco e il giallo - ha aggiunto il governatore - speriamo di non cambiare colore. Altre Regioni sono messe come noi, la situazione non coinvolge solo" la Regione Lombardia. "Questa nuova variante è molto più contagiosa e si sta diffondendo. Noi però abbiamo effettuato un numero di tamponi oggi pari a oltre il 22% a livello nazionale e fortunatamente, grazie alla campagna vaccinale intensa fatta e ancora in corso, gli ospedali non sono sotto pressione e in difficoltà'', ha detto. 

Covid, la Lombardia a un passo dalla zona gialla

Le altre regioni

EMILIA ROMAGNA - Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 519.672 casi di positività, 4.134 in più rispetto a ieri, su un totale di 53.364 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 7,7%. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.803 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 207 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 510 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 37,2 anni. Sui 1.803 asintomatici, 310 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 38 con lo screening sierologico, 105 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 tramite i test pre-ricovero. Per 1.340 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 31.125 tamponi molecolari, per un totale di 7.226.848. A questi si aggiungono anche 22.239 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 981 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 442.982. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 62.503 (+3.142). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 61.085 (+3.122), il 97,7% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano undici decessi.  I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 113 (+1); 1.305 quelli negli altri reparti Covid (+19).

MARCHE - Sono 1.707 i casi di Covid-19 individuati nelle Marche nelle ultime 24 ore, il 18,6% rispetto ai 9.165 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi, mentre il tasso di incidenza cumulativo su 100 mila abitanti e' salito a 423,80. Il maggior numero di positivi e' stato registrato nelle province di Ancona (560) e Fermo (416), mentre il numero piu' alti di nuovi casi (594) e' avvenuto per contatto domestico; la fascia di eta' maggiormente interessata dai contagi e' quella 25-44 anni (581 casi). 

TOSCANA -  I nuovi casi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 7.304 su 56.064 test di cui 24.034 tamponi molecolari e 32.030 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 13,03% (50,4% sulle prime diagnosi). Il dato è stato diffuso dal presidente della Toscana Eugenio Giani. Il numero dei contagi giornalieri segna un nuovo record - stracciato quello di ieri -, ed è più che triplicato nel giro di una settimana: lo scorso 22 dicembre i casi erano stati 2.038 (su 43.963 test con un tasso di nuovi positivi del 4,64%). Ieri i casi giornalieri erano stati 4.453 su 57.458 test, con tasso dei nuovi positivi del 7,75% (44,6% sulle prime diagnosi).

VENETO - I contagi da Covid segnano un altro record in Veneto con 8.666 in sole 24 ore. Lo riporta in bollettino della Regione. Ieri i casi (7.403) rappresentavano il dato più alto dall'inizio della pandemia. Il totale degli infetti da quando è iniziata la crisi sale a 626.319. Si contano anche 23 decessi, che portano le il dato complessivo delle vittime a 12.358. Le persone attualmente in quarantena salgono a 80.456 (+ 4.485). Numeri ugualmente preoccupanti sul fronte ospedaliero: sono 1.290 i ricoverati in area medica (+126), e 190 quelli in terapia intensiva ( +12).

ABRUZZO - Sono 921 (di età compresa tra 1 e 95 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 98633. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (di età compresa tra 37 e 89 anni, uno in provincia di Chieti e due in provincia di Pescara) e sale a 2634. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 85586 dimessi/guariti (+398 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10413 (+520 rispetto a ieri). 172 pazienti (+12 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 24 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10217 (+508 rispetto a ieri) sono in isolamento
domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6707 tamponi molecolari (1713399 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 26886 test antigenici (1721782). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 2.74 per cento.

ALTO ADIGE - In Alto Adige sono 495 i nuovi casi di Covid-19 su 11.785 tamponi esaminati nella giornata di ieri. Una persona e' deceduta ed il totale di vittime da inizio pandemia e' salito a 1.301. Stabile la pressione sugli ospedali con 79 pazienti covid ricoverati nei normali reparti (8 in meno rispetto a ieri) e 18 in terapia intensiva. I pazienti covid postacuti ricoverati nelle strutture private convenzionate restano 55. Su 274.860 persone sottoposte a tampone molecolare, poco piu' di meta' della popolazione altoatesina, 101.369 e' risultata positiva al coronavirus. In aumento le persone in quarantena o isolamento domiciliare che sono 7.141. I guariti totali sono 95.270. 

BASILICATA -  Per il secondo giorno consecutivo, in Basilicata è stato registrato un nuovo record di positivi al covid-19: 484 su 2.330 tamponi molecolari esaminati. Ieri erano stati 464 su 2.494. Lo ha reso noto la task force lucana, segnalando anche 41 guarigioni di persone residenti in regione. Dei 484 positivi, 440 sono residenti in Basilicata e in particolare la situazione più preoccupante riguarda ancora una volta Matera con 67 casi (ieri ne erano stati registrati 103). Le persone ricoverate con il covid-19 negli ospedali lucani sono 55 (quattro più di ieri), delle quali due in terapia intensiva. I lucani attualmente positivi sono 3.651, dei quali 3.596 in isolamento domiciliare. In totale le vittime lucane della pandemia sono 609, i guariti 29.972.

CALABRIA - Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffuso dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 1.590 i nuovi contagi registrati (su 12.777 tamponi effettuati), +302 guariti e 6 morti (per un totale di 1.601 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +1.282 attualmente positivi, +18 ricoverati (per un totale di 313) e, infine, +4 terapie intensive (per un totale di 28).

CAMPANIA -  Sono 9.802 i nuovi casi di contagio da covid-19 registrati oggi in Campania su 111.379 test effettuati. È quanto comunica l'Unità di crisi della Regione Campania che, nel bollettino ordinario, segnala anche sette decessi nelle ultime 48 ore e quattro avvenuti in precedenza ma registrati soltanto ieri. Sono 587 i pazienti ricoverati nei reparti ordinari covid e 37 quelli che occupano un posto letto nelle terapie intensive. Tutti i dati sono aggiornati alle 23:59 di ieri, martedì 28 dicembre.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Oggi in Friuli Venezia Giulia su 10.922 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.484 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 13,59%. Sono inoltre 16.095 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati
333 casi (2,07%). Il totale dei nuovi casi rilevati è quindi 1.817. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi, il quale in relazione al significativo numero di positivi ha spiegato che bisogna tenere in
considerazione "l'effetto coda del periodo festivo". La prima fascia d'età per quel che riguarda il contagio odierno è la 0-19 (19,65%), seguita dalla 20-29 (18,60), dalla 40-49 (17,17), dalla 50-59 (15,58%) e infine dalla 30-39 (13,15%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 6 persone:.Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 27 e i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 278. I decessi complessivamente sono stati 4.203.  I totalmente guariti sono 137.341, i clinicamente guariti 314, mentre le persone in isolamento sono 9.463. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 151.626 persone.

LAZIO - Sono 60.113 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 1.070 ricoverati, 147 in terapia intensiva e 58.896 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 421.588 e i morti 9.253 su un totale di 490.954 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

LIGURIA - Record di nuovi positivi al covid in un giorno in Liguria: sono 1634, mai erano stati così tanti. Sono emersi da 8111 tamponi molecolari e 13225 test rapidi. Il tasso di positività è del 7,65%. Il maggior numero di casi, 651 è stato riscontrato nell'area genovese, seguono lo Spezzino con 301 casi, il Savonese con 297, l'Imperiese con 255, il Tigullio con 97, mentre 33 positività sono in cittadini non residenti in regione. Il totale dei positivi in Liguria è 14.893, sono 709 più di ieri. Sono in calo gli ospedalizzati: 543, sei in meno rispetto a ieri. Tra questi malati 38 sono in terapia intensiva (26 non vaccinati), ieri erano 41. La pressione sugli ospedali cala ovunque tranne che in quelli di Sestri Levante (+2), Lavagna (+3), Sarzana (+6). Ci sono stati quattro decessi, tre uomini e una donna di età compresa tra i 61 e i 91 anni. A casa tra malattia e quarantena ci sono oltre 22 mila persone. In isolamento domiciliare ce ne sono 11608, 634 più di ieri, e in sorveglianza attiva ce ne sono 10457, erano 9854. 

MOLISE - Oggi il Molise fa registrare il nuovo record: 211 nuovi contagi Covid. Attualemnte i positivi sono 909. Un ricovero nel reparto malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso ovvero di Termoli e nessun decesso. Un trasferito ovvero un paziente di Santa Croce di Magliano da malattie infettive Covid in malattie infettive P.O. e nessun dimesso. Sette guariti.

PIEMONTE - Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 9.671 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 7.668 dopo test antigenico), pari al 12% di 80.826 tamponi eseguiti, di cui 65.734 antigenici. Dei 9.671 nuovi casi gli asintomatici sono 6.559 (67,8%). I casi sono così ripartiti: 7.466 screening, 1.683 contatti di caso, 522 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 475.781, così suddivisi su base provinciale. I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.147 (+29 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 99 (+7 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 53.707 I tamponi diagnostici finora processati sono 11.577.885 (+80.826 rispetto a ieri), di cui 2.707.690 risultati negativi. Sei i decessi di persone positive al test del Covid-19, nessuno di oggi, comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.029 deceduti risultati positivi al virus.

PUGLIA - Oggi in Puglia sono stati registrati 2.885 casi di Covid su 73.314 test: 926 in provincia di Bari, 368 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 328 in quella di Brindisi, 292 in provincia di Foggia, 630 in provincia di Lecce, 256 in provincia di Taranto nonche' 78 residenti fuori regione e 7 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 7 decessi. Ieri erano stati registrati 1.957 nuovi casi a fronte di poco piu' di 50mila test. Attualmente sono 16.035 le persone positive, 203 sono ricoverate in area non critica e 24 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 299.150 a fronte di 5.565.224 test eseguiti, 276.153 sono le persone guarite e 6.962 quelle decedute. 

SARDEGNA -  In Sardegna si registrano oggi 771 nuovi casi di Covid, sulla base di 5.209 persone testate, e il decesso di una donna di 86 anni dell'Oristanese. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 15 (3 in piu' di ieri) e quelli in area medica sono 142 (6 in piu'). Sono 6.306 le persone in isolamento domiciliare (558 in piu' di ieri).

SICILIA -  Sono 3.729 i nuovi casi Covid individuati in Sicilia tra ieri e oggi. Il dato segna un nuovo record di contagi in 24 ore nell'Isola: ieri i nuovi positivi scoperti erano stati 2.819. I tamponi effettuati tra ieri e oggi, secondo quanto rivela il monitoraggio quotidiano del ministero della Salute, sono stati 55.631: l'incidenza sale al 6,7% (ieri era al 5,6%).

TRENTINO - Si registra un decesso per Covid in Trentino nelle ultime 24 ore. Si tratta di un ultra ottantenne, ospite di una casa di riposo, non vaccinato e affetto da patologie pregresse. I nuovi casi di contagio sono 938: 201 al tampone molecolare e 737 all'antigenico, a fronte di oltre 13.000 test effettuati. Lo riporta il bollettino dell'Azienda Sanitaria della Provincia di Trento. La maggior parte dei nuovi contagiati non presenta sintomi (521 casi su 938); altri 411 sono pauci sintomatici. Sei persone sono invece state ricoverate in media intensità. I tamponi molecolari ieri hanno confermato anche 436 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Rimane stabile la situazione dei ricoveri ospedalieri, con un leggero miglioramento delle terapie intensive, dove ci sono 21 pazienti, due in meno rispetto a ieri. I nuovi ingressi in ospedale sono ieri sono stati dieci, con dieci dimissioni.

UMBRIA - In Umbria sono 3.171 i nuovi positivi conteggiati nella giornata di oggi. Si tratta di un numero decisamente alto, mai registrato che però lascia sperare bene sul fronte della gravità della malattia. Sul versante dell'ospedalizzazione infatti, i numeri sono decisamente confortanti, visto che ad oggi i ricoverati sono 122 di cui 8 pazienti in terapia intensiva. Di questi, all'incirca la metà non sono vaccinati: lo rende noto l'assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto.

VALLE D'AOSTA - Nessun decesso e 229 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d' Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia a 15.546. I positivi attuali sono 1.586 di cui 1.556 in isolamento domiciliare, 28 ricoverati in ospedale, due in terapia intensiva. Il totale dei guariti sale a 13.473, +22 rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono 107.990 mentre i tamponi effettuati sono 341.154. I decessi di persone risultate positive al virus in Valle d' Aosta dall'inizio di emergenza ad oggi sono 487.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?