Quotidiano Nazionale logo
2 gen 2022

Covid Italia e Lombardia, domenica 2 gennaio: nuovi casi, ricoveri e morti

Da domani, lunedì 3 gennaio, quattro altre regioni in zona gialla, compresa la Lombardia

I casi Covid in Italia non frenano. C'è un calo nei numeri assoluti, che oggi sono 61.046, dovuto alla coincidenza con la giornata festiva a cui si riferiscono i test processati. E, in parallelo, un aumento del tasso di positività. I morti, invece, sono 133. Anche oggi, domenica 2 gennaio, altra giornata festiva, la curva non accenna a "piegarsi", combinato disposto della diffusione della nuova variante Omicron, della resistenza della tuttora "prevalente" Delta e del numero dei tamponi, sempre molto alto. Situazione in evoluzione anche negli ospedali, con un aumento del riempimento dei reparti; sia le Terapie intensive, sia quelli ordinari, con numeri comunque ancora lontani dalla ondate precedenti. 

Domani, intanto, lunedì 3 gennaio, quattro nuove regioni diventeranno zona gialla. Si tratta di Lombardia, Lazio, Piemonte e Sicilia che vanno ad aggiungersi alle province autonome di Trento e Bolzano, alle Marche, alla Liguria, al Veneto, al Friuli Venezia Giulia e alla Calabria. In tutto, quindi, sono undici le zone d'Italia tinte di giallo. 

Ma cosa dobbiamo attenderci dal futuro? Come si muoverà la pandemia in Italia? I casi - che ieri, 1 gennaio, hanno superato la soglia del milione di positivi "attivi" - continueranno ad aumentare in maniera così marcata? Di sicuro non c'è da aspettarsi un calo nel numero dei contagi nel breve periodo, data la maggiora trasmissibilità della variante Omicron. Che, d'altra parte, sembra provocare sintomi più leggeri, aggredendo i bronchi piuttosto che i polmoni. Sugli scenari che ci attendono si è espresso l'Istituto superiore della sanità, che nel report settimanale esteso alla situazione europea ha fatto sapere di prevedere per le prossime due settimane "un aumento del tasso di notifica dei casi di Covid, stabili tassi di ospedalizzazione, diminuzione nei tassi di ricovero in terapia intensiva e tassi di mortalità stabili". 

La situazione italiana

Netto calo nei numeri assoluti per quanto riguarda i positivi che sono 61.046. Una diminuzione che a che fare con il minor numero di tamponi processati, tipico delle giornate successive ai festivi. Salgono le vittime, invece, 133 rispetto alle 111 contate ieri. Con un - relativamente - basso numero di tamponi analizzati (278.654), fa un balzo il tasso di positività, che arriva al 21,9%. Aumentano - ed è questo, forse, il dato più preoccupante - le persone ricoverate. Sono +22 unità nelle Terapie intensive e +491 nei reparti ordinari. Ieri, 1 gennaio 2022, primo giorno dell'anno, si erano registrati 141.262 nuovi casi a fronte di 1.084.295 tamponi, molecolari o rapidi. In aumento la pressione sugli ospedali: il numero dei ricoveri ordinari era salito a 11.265 (+115 rispetto al 31 dicembre), i pazienti in terapia intensiva erano diventati 1.297 (+37), con 135 ingressi del giorno (119 il 31 dicembre).

Il quadro lombardo

Sono 10.425 i nuovi casi di Covid in Lombardia - che resta la regione più colpita in questa quarta ondata - "frutto" di 44.172 tamponi, contro gli oltre 200mila del giorno precedente. Il rapporto tra casi positivi e tamponi è del 23,6% circa. Sono 15 i nuovi ingressi in Terapia intensiva, per un totale di 216 ricoverati, mentre sono 45 le vittime, per un totale di 35.140 da inizio pandemia. Sono 2052, infine, le persone ricoverate con sintomi da Covid. Sono 3.945 i nuovi casi a Milano, 971 a Brescia, 1.075 a Varese, 1.102 a Monza, 975 a Bergamo, 445 a Como, 359 a Pavia, 281 a Mantova, 252 a Cremona, 255 a Lecco, 131 a Lodi, 298 a Sondrio.

Ieri, 1 gennaio 2022, erano stati 37.270 i nuovi casi di Covid in Lombardia, di gran lunga la regione con più contati. Erano stati riscontrati in seguito all'analisi di 200.196 tamponi, con un tasso di positività al 18,6%. Erano stati 25 i nuovi ingressi in terapia intensiva, per un totale di 222 ricoverati, mentre sono 1945 le persone in cura in altri reparti, in crescita di 86. Erano stati 14 i decessi.

Bollettino Covid Lombardia del 2 gennaio 2021
Bollettino Covid Lombardia del 2 gennaio 2021

Le altre regioni

Abruzzo Oggi si registrano 1.135 nuovi positivi, di età compresa tra 2 e 92 anni. Sono stati eseguiti 2.599 tamponi molecolari e 5.1961 test antigenici (compresi quelli non comunicati ieri), due le persone decedute. Sono 184 i ricoverati in area medica (+5), 22 in terapia intensiva (+1), 21.794 in isolamento domiciliare (+1.217).

Basilicata Sono 307 i nuovi positivi, emersi a fronte di 2.114 tamponi molecolari totali processati. Si sono registrati 67 guariti. Lo fa sapere la task force regionale. Al momento sono 73 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane per via del Covid, di cui 2 in terapia intensiva. Non si segnala alcun decesso.

Provincia Bolzano A fronte di 4.455 tamponi processati nella giornata di ieri, le nuove positività sono state 358. Una persona è deceduta. In leggera crescita i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri che sono 76 (4 in più rispetto a ieri). Restano stabili a quota 18 i pazienti in Terapia intensiva.

Calabria Sono 793 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 3.754 tamponi eseguiti. Rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e casi positivi (dal 9,22% al 21,12%). Cinque le vittime di giornata, mentre i ricoveri sono 340, di cui 312 in area medica (+4 rispetto a ieri) e 28 in terapia intensiva (dato invariato rispetto a ieri). 

Campania Meno tamponi e in Campania il tasso di positività schizza in alto. A fronte di 29.677 test, infatti, i positivi sono 5.192 per un 17,4% rispetto al 10,5 di ieri. Tre i morti. Il tasso di occupazione delle terapie intensive resta stabile con 55 posti, mentre aumentano i ricoverati nei reparti ordinari: si passa dai 686 di ieri ai 718 di ogg

Emilia Romagna Calano rispetto agli ultimi giorni i nuovi casi di coronavirus, anche in funzione della minor quantità di tamponi effettuati nel giorno di Capodanno, mentre c'è un balzo nei ricoveri, soprattutto in quelli nei reparti Covid. Le infezioni rilevate sono 9.090 su un totale di 17.490 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Sono 130 i pazienti ricoverati nelle terapie intensive, sei in più da ieri: il 72% sono non vaccinati. Negli altri reparti Covid ci sono sono 1.451 pazienti, ben 92 in più rispetto a ieri. Si contano altri otto decessi.

Friuli Venezia Giulia Oggi sono stati rilevati complessivamente 1.188 nuovi contagi. Si registrano inoltre i decessi di 3 persone. Le persone ricoverate in terapia intensiva rimangono 28 e i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 298. 

Lazio Oggi su 24.907 tamponi molecolari e 11.341 tamponi antigenici per un totale di 36.248 tamponi, si registrano 7.993 nuovi casi positivi (-4.352 rispetto a ieri). Sono 15 i decessi (+9), 1.173 i ricoverati (+19), 152 le terapie intensive (-1) e +1.058 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 22%.

Liguria In  aggiornamento

Marche Nelle ultime 24 ore sono stati individuati 699 casi, 397 dei quali nella sola provincia di Ancona. Sono 276 (+6) i pazienti assistiti nei reparti ospedalieri. Nelle terapie intensive ci sono 50 pazienti (+3), il 76% dei quali non vaccinati. Il tasso di occupazione dei posti letto è al 19,8%; sono 54 (-1) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 173 (+5) i ricoverati nei reparti non intensivi. Tre le vittime registrate.

Molise In aggiornamento

Piemonte Oggi sono stati comunicati 2.619 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 1.543 dopo test antigenico), pari al 15,9% di 16.452 tamponi eseguiti. I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.294 (+52 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 109 (+1 rispetto a ieri). Sei i decessi registrati oggi.

Puglia In Puglia sono stati registrati 16.982 test per l'infezione da Covid-19. I casi positivi sono 3.451. Attualmente sono 30.679 le persone positive, 283 sono ricoverate in area non critica e 32 in terapia intensiva. Non si è registrata alcuna vittima. 

Sardegna Cala la curva epidemiologica: si registrano 675 ulteriori casi confermati di positività al Covid (891 nell'ultima rilevazione), sulla base di 3.047 persone testate. Due i decessi: un uomo di 68 anni e uno di 72. Sale la pressione negli ospedali: i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 17 (2 in più) e quelli in area medica sono 159 (17 in più).

Sicilia In aggiornamento

Toscana  I nuovi casi registrati nelle 24 ore sono 6.367 su 22.513 tamponi di cui 17.957 tamponi molecolari e 4.556 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 28,28% (52,6% sulle prime diagnosi). Continuano ad aumentare i ricoverati negli ospedali che ora sono 780 (+46 persone il saldo tra ingressi e uscite su ieri,) di cui 85 in terapia intensiva (+4 persone il saldo). Sei i decessi.

Provincia Trento In aggiornamento

Umbria In aggiornamento

Val d'Aosta Sono 117 i nuovi positivi nella regione più piccola d'Italia, su 1.147 tamponi effettuati. Il totale dei positivi sale a 16.691. Nessu nuovo decesso e il dato complessivo resta fermo a 488.

Veneto E' un dato affievolito, dato il numero minore di tamponi effettuato. Sono 3.616 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore rispetto a quello evidenziato nei giorni scorsi. I totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia è di 663.309, le vittime salgono a 12.408 (+13). I soggetti attualmente positivi crescono a 108.799. Sempre pesante la situazione degli ospedali. I malati 
Covid ricoverati sono complessivamente 1.264. 1.120 si trovano in area medica e 202 in terapia intensiva.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?