Niente più obbligo di mascherina nei luoghi aperti. Lo ha deciso la Francia che revoca l'obbligo delle mascherine all'aperto a partire da domani 17 giugno, mentre per la revoca dell'impopolare coprifuoco i francesi dovranno attendere il 20 giugno, comunque 10 giorni prima della data inizialmente prevista.

La decisione

"Revocheremo l'obbligo generale di indossare la mascherina all'aperto. L'Alto consiglio della sanità pubblica ci ha inviato un parere ieri sull'uso delle mascherine all'aperto e ne trarremo le conseguenze senza ritardo. Indossare una mascherina all'aperto non sarà pertanto più obbligatorio, ad eccezione di alcune circostanze. Quando le persone si riuniscono, quando si trovano in luoghi affollati, in coda, in un mercato o in tribuna allo stadio. I decreti del prefetto che regolano l'uso delle  mascherine all'aperto saranno quindi modificati domani per riflettere la nuova regola di buon senso alla luce dell'evoluzione della situazione epidemiologica", ha annunciato il premier francese Jean Castex.

L'esempio di Israele

Una scelta che Israele, in virtù della massiccia e rapida campagna vaccinale del Paese, aveva già messo in atto a metà aprile anche nei luoghi chiusi come i centri commerciali.

I contagi in Francia

Castex, difendendo la strategia di riapertura del governo a 4 giorni dal primo turno dell'appuntamento elettorale delle regionali, si è rallegrato per lo spettacolare calo delle cifre della pandemia: 3.200 casi quotidiani in media su 7 giorni (come ad agosto 2020), meno di 2.000 ricoverati per Covid nei reparti di rianimazione. E, sul fronte dei vaccini, oltre 30 milioni di francesi con una prima dose fatta: «Bisogna continuare, continuare, continuare a vaccinarsi», ha insistito, fissando i prossimi obiettivi per fine agosto a «40 milioni con almeno una dose, 35 con vaccinazione completa». «Andiamo avanti in modo pragmatico e proporzionato», ha commentato il presidente Emmanuel Macron, esprimendo grande soddisfazione per questa ulteriore tappa delle riaperture del Paese e ringraziando i francesi che sono stati «tutti insieme disciplinati».