Centrale del 118
Centrale del 118

Roma, 13 gennaio 2022 - Curare il Covid a casa, come fare? Quali farmaci è meglio assumere? E quando è necessario chiamare il servizio di emergenza? A fare un po' di chiarezza sono le nuove linee guida del 118. Un paragrafo, inoltre, è dedicato proprio all'uso dell'Azitromicina, l'antibiotico ormai introvabile nelle farmacie italiane. Proprio su questo farmaco diversi esperti hanno posizioni differenti sull'efficacia contro il coronavirus.

Zitromax, cos'è l'antibiotico (introvabile) anti-Covid. E' efficace? Il parere dei medici

Antibiotico Azitromicina

"Per il paziente Covid, che non presenti un coinvolgimento a livello polmonare e multisistemico, nelle forme cliniche minori, caratterizzate dalla comparsa di tosse e febbre, riteniamo appropriato associare l'Azitromicina sia al fine di contrastare eventuali infezioni batteriche associate o subentranti sia per i possibili meccanismi antivirali e immunomodulanti, suggeriti da alcuni studi pubblicati in letteratura". È questa l'indicazione contenuta nelle nuove linee di indirizzo, in via di pubblicazione dopo le due precedenti, della Società Italiana Sistema 118 per le cure a casa dei pazienti con Covid.

Farmaci antinfiammatori e aspirina

"Nelle forme respiratorie minori - si legge nel documento - prive di tosse e febbre, è indicato da caso a caso, l'utilizzo di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) e aspirina, in grado di contrastare la risposta infiammatoria, di vitamine C, D e gruppo B, di acetilcisteina, quale antiossidante".

Saturazione da monitorare

La società scientifica chiarisce inoltre che "in nessun caso si debba tardare a chiamare il 118 in caso di desaturazione significativa improvvisa (SpO < 92% nei soggetti non affetti da patologia respiratoria cronica o SpO2 < 90% nei soggetti affetti da preesistente patologia respiratoria ) o ritenere che in virtù delle possibili strategie terapeutiche disponibili sia superfluo vaccinarsi".

Raccomandazioni dell'Aifa

Nel caso dei pazienti curati a casa, le raccomandazioni dell'Agenzia italiana del farmaco prevedono una terapia con paracetamolo o Fans che possono essere utilizzati in caso di febbre o dolori articolari o muscolari, altri farmaci sintomatici potranno essere utilizzati su giudizio clinico. Per quanto riguarda l'Azitromicina, invece, l'Aifa sottolinea che "nessun antibiotico in generale è approvato né tantomeno raccomandato per il trattamento del Covid. Fin dall'inizio della pandemia, l'Agenzia ha scoraggiato fortemente l'uso dell'Azitromicina".  

Monoclonali e antivirali

L'Aifa indica poi alcuni medicinali da utilizzare solo in specifiche fasi della malattia, come gli anticorpi monoclonali bamlanivimab/etesevimab, casirivimab/imdevimab e sotrovimab. L'Agenzia del farmaco ha anche approvato due antivirali, molnupiravir e remdesivir, per il trattamento di pazienti non ospedalizzati con malattia lieve-moderata di recente insorgenza e con condizioni cliniche concomitanti che rappresentino specifici fattori di rischio per lo sviluppo della malattia grave.