Milano, 30 gennaio 2020 - Cani anti-Covid utilizzati per individuare i positivi attraverso il sudore. Il senso olfattivo estremamente sensibile dei cani potrebbe rivelarsi un nuovo strumento nella lotta contro il Covid-19. In questa direzione, si legge su
'Vanityfair', si è già mossa Italpol Vigilanza, società romana specializzata in sicurezza, che ha avviato l'addestramento dei cani all'individuazione rapida ed efficace dei soggetti positivi al Covid-19 solo attraverso il sudore umano. Sulla scia degli studi in
corso in Francia, Finlandia, Svezia ed Emirati Arabi Uniti, questa società è la prima in Italia ad avviare questo tipo di addestramento, che potrebbe fornire il punto di svolta nel tracciamento rapido di un'eventuale presenza della malattia all'interno di ospedali e
drive-through, ma anche in situazioni complesse come ai confini, negli aeroporti o in occasione di grandi eventi.