"Quando mi vaccino?": questa è la domanda ripetuta in maniera più insistente dalla maggior parte degli italiani negli ultimi mesi. E questa è anche la domanda alla quale ha voluto rispondere al Regione Lombardia presentando il calendario delle vaccinazioni contro il covid-19. Un calendario fitto, che prevede che entro il 30 giugno tutti i cittadini lombardi dai 49 ai 16 anni abbiano ricevuto la prima dose di vaccino anticoronavirus. Un obiettivo senza dubbio ambizioso e che di certo non tiene conto di possibili intoppi, ma che comunque rende l'idea di quanto la volontà di arrivare all'estate avendo compiuto perlomeno il primo decisivo passo sia forte.

La fiducia nei vaccini

E forte è anche la volontà dei cittadini lombardi di liberarsi il prima possibile dell'incubo coronavirus. La regione più colpita d'Italia ha fretta di dimenticare e infatti proprio in Lombardia il tasso di rifiuto della vaccinazione è molto basso.  "La nostra gente ha accettato di non mettere in discussione il tipo di siero da ricevere per l'inoculazione perché molti lombardi hanno sofferto direttamente o indirettamente a causa delle ferite provocate dalla perdita di persone care. Tutti noi, insieme - ha spiegato il presidente della Regione, Attilio Fontana -, vogliamo superare il periodo drammatico che abbiamo vissuto". Se in regioni come il Lazio è possibile 

Il calendario

Ecco quando si apriranno le prenotazioni per i cittadini dai 49 ai 16 anni. Si comincia il 20 maggio con l'apertura delle prenotazioni per la fascia di età dai 40 ai 49 anni. Si tratta di circa un milione e 200mila lombardi. La previsione di Regione Lombardia è di un'adesione del 70% almeno, quindi circa 850mila persone. Il 27 maggio al via le prenotazioni per la fascia dai 30 ai 39 anni, per un totale di poco meno di 950mila lombardi. Si stima un'adesione di circa 660mila cittadini. Il 2 giugno doppie prenotazioni: si aprono le adesioni per i circa 860mila giovani dai 20 ai 29 anni e per i 350mila giovanissimi dai 16 ai 19. Le stime regionali indicano in 845mila circa i residenti che dovrebbero prenotare.

Come si prenota

Le prenotazioni anche in questi casi avvengono sulla piattaforma internet regionale gestita da Poste Italiane, tramite call center telefonando al numero 800894545 o attraverso il Postamat. La prima dose, secondo le stime di Regione Lombardia, dovrebbe essere somministrata a ognuno dei cittadini prenotati entro il 30 giugno. Per molti, quindi, l'immunizzazione data anche dalla seconda dose del vaccino non dovrebbe arrivare prima di fine agosto.