Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
13 giu 2022

Botteghe Oscure, la storica sede del Pci diventa un hotel di lusso

L'annuncio della Finanziaria Tosinvest: 70 camere e ristorante sulla terrazza. Ma resteranno il busto di Gramsci e la bandiera della Comuen di Parigi

13 giu 2022
In senso orario da sinistra gli onorevoli del PCI, Giancarlo Pajetta, Giorgio Napolitano, Ugo Pecchioli, Adalberto Minucci, Pietro Ingrao e Nilde Iotti, rendono omaggio alla salma di Enrico Berlinguer, nella camera ardente allestita a Botteghe Oscure, sede del partito Comunista Italiano, Roma, 12 giugno 1984. ANSA
Picchetto d'onore sulla bara di Enrico Berlinguer a Botteghe Oscure
In senso orario da sinistra gli onorevoli del PCI, Giancarlo Pajetta, Giorgio Napolitano, Ugo Pecchioli, Adalberto Minucci, Pietro Ingrao e Nilde Iotti, rendono omaggio alla salma di Enrico Berlinguer, nella camera ardente allestita a Botteghe Oscure, sede del partito Comunista Italiano, Roma, 12 giugno 1984. ANSA
Picchetto d'onore sulla bara di Enrico Berlinguer a Botteghe Oscure

Roma - Il palazzo di via delle Botteghe Oscure, storica sede del Pci, diventerà un albergo di lusso. Giampaolo Angelucci, presidente della Finanziaria Tosinvest, a margine della presentazione della Business School dell'Università San Raffaele di Roma, harso noto che è stato raggiunto un accordo per la locazione e valorizzazione dello storico immobile di via delle Botteghe Oscure a Roma, di cui la Finanziaria Tosinvest è proprietaria, che è stata la sede storica del Partito comunista italiano e, più di recente, della società Ernst & Young e dell'Associazione bancaria Italiana.

L'operazione è finalizzata alla realizzazione di un hotel di lusso a 5 stelle. L'edificio, di circa 8.000 metri quadri, verrà restaurato e rinnovato pur mantenendo i canoni architettonici della facciata e molti dei suoi elementi storici verranno salvaguardati e valorizzati. Fra questi vanno citati l'androne disegnato da Giò Pomodoro con la stella d'oro a cinque punte incassata nel pavimento, il busto di Antonio Gramsci incastonato nel marmo della parete e la bandiera della Comune di Parigi esposta in una teca.

Nel raggiungimento dell'accordo la società locataria - una joint venture partecipata da AG Group e Gruppo Rossfin - è stata supportata dell'Advisor Colliers, primaria compagnia di standing internazionale. La locataria eseguirà i tutti i lavori di riqualificazione, Il progetto prevede la realizzazione di un hotel, composto da 70 camere e dotato di terrazza con ristorante, che sarà gestito dal conduttore sotto il marchio di una delle più note multinazionali attive nel settore hotel e resort di lusso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?