Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 mag 2022

Bollettino Covid Lombardia del 17 maggio: contagi e decessi

In Italia  44.489  nuovi casi contro i 13.668 di ieri e soprattutto i 56.015 contagi di martedì scorso. I decessi sono 148 (ieri 102)

17 mag 2022
featured image
Il bollettino Covid del 17 maggio 2022
featured image
Il bollettino Covid del 17 maggio 2022

Dopo il calo di un punto percentuale nei giorni scorsi, è ferma al 12%, nelle ultime 24 ore in Italia, la percentuale di posti letto nei reparti di area non critica occupati da pazienti con Covid-19 (un anno fa era al 20%). Solo tre regioni superano la soglia del 20%: Umbria (31%), Basilicata (22%) e Abruzzo (21%). È ferma al 4% anche l'occupazione delle terapie intensive (un anno fa era 20%) e nessuna regione supera la soglia del 10%. Questi i dati dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) del 16 maggio 2022, pubblicati oggi. Le 11 regioni che vedono un calo dell'occupazione dei posti nei reparti ospedalieri di area medica o non critica da parte di pazienti con Covid-19 sono  Lombardia (8%) e Umbria (31%). Cresce, invece, in 5 regioni e province autonome: Abruzzo (21%), Friuli Venezia Giulia (12%), Lazio (13%), Liguria (14%), Pa Trento (10%). È stabile in 14: Basilicata (22%), Calabria (19%), Campania (14%), Emilia Romagna (13%), Marche (12%), Molise (13%), Pa Bolzano (8%), Piemonte (8%), Puglia (16%), Sardegna (15%), Sicilia (18%), Toscana (8%), Valle d'Aosta (16%) e Veneto (7%). L'occupazione dei posti nelle terapie intensive, a livello giornaliero cala in 3 regioni: Calabria (al 6%), Friuli Venezia Giulia (2%),Toscana (3%). Cresce in 4: Abruzzo (al 6%), Emilia Romagna (4%), Piemonte (4%), Sardegna (6%). La percentuale è stabile in 13 regioni e province autonome: Basilicata (3%), Campania (6%), Lazio (5%), Liguria (6%), Lombardia (2%), Marche (1%), Molise (8%), Pa Trento (3%), Puglia (5%), Sicilia (5%), Umbria (6%), Valle d'Aosta (3%) e Veneto (2%).

In Lombardia a fronte di 55.669 tamponi effettuati, sono 6.963 i nuovi positivi (12,5%). Lo riferisce la Regione Lombardia nel bollettino covid giornaliero. I ricoverati in terapia intensiva sono 37 (-3). I ricoverati non in terapia intensiva sono 912 (+36). Si registrano 26 decessi. A Milano e provincia i nuovi casi sono 2.213 di cui 872 a Milano città; Bergamo: 639; Brescia: 939; Como: 403; Cremona: 158; Lecco: 234; Lodi: 151;  Mantova: 417; Monza e Brianza: 604;  Pavia: 361;  Sondrio: 95; Varese: 548. 

 

 

+++ Articolo in aggiornamento +++

 

 

 

Lombardia

Il bolettino lombardo
Il bolettino lombardo

Ieri, lunedì 16 maggio, erano stati  1.440 i nuovi casi di Covid in Lombardia, a fronte di 12.706 tamponi effettuati, con un tasso di positività dell'11,3%. I decessi 19. Salito 40 il numero di pazienti in terapia intensiva, 2 più di ieri. Calato invece quello dei ricoverati nei reparti Covid ordinari,  876, 14 meno di domenica.  In provincia di Milano i nuovi casi sono 502, di cui 264 nella città capoluogo. Seguono la provincia di Brescia con 233 contagi, Monza e Brianza con 143 e Bergamo con 119. Incremento a due cifre negli altri territori lombardi: Como +80, Pavia +79, Varese +72, Mantova +52, Sondrio +33, Lecco +27, Cremona +18 e Lodi +18.x

Intanto il Consiglio Regionale di Regione Lombardia ha bocciato la mozione urgente presentata dal Movimento 5 Stelle per chiedere di desecretare i documenti riguardanti la mancata zona rossa Alzano Lombardo e Nembro. Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia, ha spiegato che "Questa mozione chiedeva alla Giunta un atto di trasparenza per rendere giustizia ai numerosi morti, nella prima fase della pandemia, della Val Seriana. Ho chiesto di rendere pubbliche tutte le comunicazioni intercorse con le istituzioni nazionali e locali inerenti l'istituzione della mancata zona rossa ad Alzano e Nembro". "Inoltre chiedevo alla Giunta di impegnarsi nei confronti del governo, con ogni mezzo necessario, a richiedere la desecretazione dei documenti, decisione del Consiglio di Stato che pose il sigillo del segreto militare sui documenti, rendendo così impossibile ai cittadini, vittime di quei tragici giorni, di avere precise risposte su quello che davvero accadde", conclude Dario Violi

Italia

Sono 44.489 i nuovi casi di  Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore, contro i 13.668 di ieri e soprattutto i 56.015 contagi di martedì scorso, a conferma di un trend settimanale in lento ma costante calo. I tamponi processati sono 335.217 (ieri 104.793) con il tasso di positività che sale leggermente dal 13% al 13,3%. I decessi sono 148 (ieri 102). Le vittime totali da inizio pandemia salgono a 165.494. In calo i ricoveri: i pazienti in terapia intensiva sono 16 in meno (ieri +6), con 39 ingressi giornalieri, e sono 337 in tutto, mentre nei reparti ordinari sono 166 in meno (ieri +99), 7.465 in tutto. Tra le Regioni, il maggior incremento si ha in Lombardia (6.963 casi), a seguire Campania (5.291 casi) e Lazio (4.111).

Regioni

 

  • Abruzzo Sono 1499 (di età compresa tra 2 mesi e 103 anni) i nuovi casi positivi.  Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2.436 tamponi molecolari (2.302.893 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 8.787 test antigenici (3.682.823).Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 13.35 per cento. Due i decessi.
  • Alto Adige Sono 400 i nuovi casi di Covid su 2.943 tamponi processati. Due le persone decedute, entrambre over 80, per un totale di 1.473 vittime da inizio pandemia di coronavirus.
  • Calabria  Sono 1.624 i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore in Calabria, per un tasso di positività del 18,76%. Il dato emerge dal bollettino della Regione, che nelle ultime 24 ore registra anche 5 decessi, mentre i guariti sono 3.343. In Calabria sono ad oggi 63.450 i positivi. Diminuiscono i ricoveri nei reparti (-5) e in terapia intensiva (-1). 
  • Campania Sono 5.291 i nuovi positivi. Sette i decessi nelle ultime 48 ore.
  • Emilia Romagna Sono circa duemila i nuovi casi di positività al Coronavirus. Mentre calano i ricoveri, si contano altri dodici morti. Sulla base di poco meno di ventimila tamponi, i nuovi positivi sono, infatti, 2.027. Aumentano le guarigioni e i casi attivi scendono attorno a quota 35mila, il 96,7% dei quali in isolamento domiciliare. In terapia intensiva ci sono attualmente 31 pazienti (due in meno di ieri), mentre i positivi negli altri reparti Covid sono 1.139 (-46).
  • Friuli Venezia Giulia  Su un totale di 8.386 test e tamponi sono state riscontrate 730 positività. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 2 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 149. Oggi si registrano i decessi di 6 persone.
  • Lazio Su 7.362 tamponi molecolari e 27.473 tamponi antigenici per un totale di 34.835 tamponi, si registrano 4.111 nuovi casi positivi (2.366), sono 8 i decessi (-5), 800 i ricoverati (-18), 53 le terapie intensive (+2) e 5.421 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 11,8%. I casi a Roma città sono a quota 2.085.
  • Liguria Sono 1095 i nuovi positivi  nelle ultime 24 ore. Sono emersi da 9067 tamponi (1838 molecolari e 7229 test antigenici). Il tasso di positività è del 12%, il dato nazionale è del 13,2%. I nuovi casi sono 525 nell'area di Genova, 178 nello Spezzino, 175 nell'Imperiese, 114 nel Savonese e 103 nel Tigullio. Complessivamente i positivi sono 12028, 526 in meno rispetto a ieri. Calano gli ospedalizzati, di due unità: sono 239 con 11 malati in terapia intensiva (uno in meno). Ci sono stati quattro decessi: tutte donne tra i 97 e i 63 anni. I morti da inizio pandemia sono 5307. I guariti nelle ultime 24 ore sono 1617. In isolamento domiciliare ci sono 11615 persone, 504 in meno. Nelle ultime 24 ore sono state somministrate 1117 dosi di vaccini.
  • Marche Nelle ultime 24 ore sono stati individuati1.376 casi di Covid-19, con 4.608 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positivita' al 29,9% (ieri era al 33,2% con 408 casi); l'incidenza cumulativa su 100 mila abitanti continua a calare, passando da 529,92 a 494,88. Sono complessivamente 114 i pazienti assistiti negli ospedali e 19 nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 4 pazienti (+1) e il tasso di occupazione dei posti letto è all'1,7%; sono 26 (+1) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 84 (-6) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica all'11%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 6 vittime correlate al Covid-19, tutte affette anche altre patologie.
  • Molise La stragrande maggioranza degli over 80 resta senza la quarta dose ed è allarme per come le adesioni stiano andando a rilento. Complice il fatto che gli anziani non vengono convocati, ma devono spontaneamente prenotarsi, ad oggi in regione sono appena 1.636 gli over 80 che hanno ricevuto la quarta dose. Oltre il 95 per cento di loro ha scelto al momento di soprassedere e così il Molise è in Italia fanalino di coda con circa il 5 per cento mentre in testa c'è il Piemonte con l'87 per cento. Così la situazione è variata tra la prima è la quarta dose proprio nei più anziani: più di 25mila over 80 hanno avuto la prima somministrazione, per la seconda il dato è sceso poco al di sopra di 24mila e per la terza si è scesi a sotto quota 22mila. Poi il tracollo con la quarta dose a quota 1.636. Nell'ultimo mese in Molise in media ci sono state appena 70 somministrazioni al giorno. Complessivamente le quarte dosi, includendo anche i fragili, sono ad oggi 2.637.
  • Piemonte  2.738 casi positivi (di cui 2.604 a test antigenico). Il tasso di positività è del 13,2% sui 20.807 tamponi effettuati di cui 17.491 da test antigenico. I ricoveri ordinari sono attualmente 530 (-41 rispetto a ieri). I ricoveri in terapia intensiva sono 23 (-1 rispetto a ieri). Si registrano 8 decessi.
  • Puglia  Registrati 3.355 nuovi casi  su 21.229 test:. Quattordici le persone decedute. Attualmente sono 87.807 i positivi. I ricoverati in area medica sono 433 e 28 qualli in terapia intensiva. 
  • Toscana  Sono 2.625 i nuovi casi di Coronavirus su 18.342 tamponi e il tasso di positività si colloca al 14,31% . Si registrano sei decessi.
  • Umbria  Netto calo dei ricoverati nell'ultimo giorno, scesi a 183, 30 in meno di lunedì, mentre rimane un solo paziente nelle rianimazioni, quattro in meno. Sempre nell'ultimo giorno sono emersi 694 nuovi casi e 969 guariti, mentre non ci sono nuovi morti per il virus. Sono stati analizzati 4.861 tra tamponi e test antigenici, con un tasso di positività del 14,2 per cento (era 21,3 per cento lunedì e 15,8 martedì della scorsa settimana). 
  • Sardegna  Si registrano  1714 ulteriori casi confermati di positività.. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 9074 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 10 (- 2). I pazienti ricoverati in area medica sono 236 (+ 2). 23815 sono i casi di isolamento domiciliare (- 350). Si registrano 5 decessi.
  • Veneto È salito di 3.965 il numero di nuovi casi di Covid-19, rispetto agli 820 di ieri, registrati nelle ultime 24 che portano il totale a 1.730.623. Si registrano anche 10 vittime, con il totale a 14.608 (rpt: 14.608). Dati in discesa per gli attuali positivi, che sono 46.761 (-2.518), e per i ricoveri ospedalieri, con 712 pazienti nei reparti non critici (-1), mentre cresce di una unità il numero dei pazienti nelle terapie intensive ora 39 (+1).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?