Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Bollettino Covid Pasqua Lombardia: i dati di domenica 17 aprile 2022

L'aggiornamento quotidiano su contagi, ricoveri e decessi

Turisti in giro, misure anti covid (quasi tutte) allentate e niente più zone colorate per limitare spostamenti e comportamenti a rischio: è la prima Pasqua fuori dall'emergenza Covid, almeno sulla carta. Dopo quella surreale del 2020, in piena prima ondata, e quella a guardia alta del 2021 con limitazioni e divieti mirati proprio nei tre giorni clou e una zona rossa a livello nazionale, la Pasqua 2022 rappresenta quella del ritorno alla nornalità. Una normalità che deve comunque fare i conti (e chissà per quanto ancora) con nuovi contagi, ricoveri e decessi, riportati quotidianamente nel bollettino nazionale sulla pandemia.

Covid
Covid

Covid, perché si muore di più nel weekend

Dati Italia

I nuovi casi Covid registrati nelle ultime ore sono 51.993, i decessi ammontano a 85. Il tasso di positività sale a 15,6% (+ 0.5% rispetto a ieri). Terapie intensive e ricoveri calano rispettivamente di 8 e 120 unità. La regione con il maggior numero di casi e' oggi la Campania con 6.419 contagi, seguita da Lombardia (+6.229), Lazio (+6.198), Veneto (+4.769) ed Emilia Romagna (+4.569). I casi totali dall'inizio della pandemia salgono a 15.712.088. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 47.468 (ieri 61.986) per un totale che sale a 14.324.363. Gli attualmente positivi tornano a salire, 4.700 in piu' (ieri +2.414), 1.226.038 in tutto. Di questi, 1.215.877 sono in isolamento domiciliare.

I dari regionali / PDF

In Lombardia

I nuovi contagi sono 6.229 contro gli 8.598 di ieri ma rileva il numero di tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore ne sono stati effettuati 48.897 - circa 20mila in meno rispetto al giorno prima - di cui è risultato positivo il 12,7%. Stessa percentuale di venerdì. Nelle ultime 24 ore sono morte 29 persone, per un totale di 39.626 decessi nella regione da inizio pandemia.  In terapia intensiva sono ricoverate 36 persone, una in più di ieri. Diminuisce, invece, il numero dei pazienti nei reparti Covid ordinari: sono oggi 1.105, 21 meno di 24 ore fa. 

Contagi per provincia: 

  • 1.965 nell'area metropolitana di Milano
  • 784 in provincia di Brescia
  • 585 a Varese
  • 544 a Monza e Brianza
  • 455 a Bergamo
  • 407 a Como
  • 360 a Pavia
  • 282 a Mantova
  • 250 a Lecco
  • 196 a Cremona
  • 109 a Sondrio
  • 81 a Lodi.

I dati del 16 aprile in Lombardia

Con 67.713 tamponi eseguiti, è di 8.598 il numero di nuovi contagi con un tasso di positività che sfiora il 12,7%, in aumento rispetto al 12,2% del 15 aprile. Stabili i ricoveri che sono 35 in terapia intensiva (- 3) e 1.126 negli altri reparti (in aumento di uno). Sono invece stati 57 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 39.597. Per quanto riguarda le province, 2940 positivi sono stati segnalati a Milano, 1033 a Brescia, 821 a Varese, 811 a Monza, 570 a Bergamo, 528 a Como. 430 a Pavia, 401 a Mantova, 265 a Cremona, 292 a Lecco, 148 a Lodi e 150 a Sondrio. 

Piemonte

I nuovi casi di contagio risultano 2.086 con tasso di positività al 12,7% come in Lombardia. Le persone ricoverate nei reparti ordinari sono 683 (-3), mentre i pazienti in terapia intensiva sono 21 (-3). Non ci sono stati decessi nelle ultime 24 ore. 

Friuli Venezia Giulia

In Friuli Venezia Giulia su 1.502 tamponi molecolari sono stati rilevati 139 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 9,25%. Sono inoltre 4.943 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 573 casi (11,59%). Sono tre le persone ricoverate in terapia intensiva e 147 i pazienti ospedalizzati in altri reparti. Lo ha comunicato oggi il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute.  Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, le fasce più colpite sono la 40-49 (18,96%) e la 50-59 (16,99%) e a seguire la 30-39 (13,34%). Oggi si registra un decesso: una donna di 91 anni di Trieste (morta in ospedale). Il numero complessivo dei decessi ammonta a 4.966, con la seguente suddivisione territoriale: 1.226 a Trieste, 2.353 a Udine, 940 a Pordenone e 447 a Gorizia. I totalmente guariti sono 321.912, i clinicamente guariti 245, mentre le persone in isolamento scendono a 24.540.

Trentino

In Trentino sono 312 i nuovi casi di Covid-19 su 3.033 tamponi processati nella giornata di ieri. Nessuna persona e' deceduta a seguito del coronavirus nella giornata di sabato santo: il dato complessivo resta di 1.615 vittime da inizio pandemia. In ospedale sono attualmente ricoverati 51 pazienti covid, di cui 2 si trovano in terapia intensiva. In provincia di Trento le persone contagiate sono state 156.932 e 151.298 sono nel frattempo guarite.

Liguria

Continuano a calare i positivi al covid in Liguria ma aumentano i ricoveri e si registra anche un decesso. Sono 17660, 108 in meno rispetto a ieri. Crescono gli ospedalizzati: sono 308, 8 in più rispetto a ieri, ma diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva che passano da 12 a nove. Una donna di 91 anni è morta all'ospedale San Martino di Genova. I morti da inizio pandemia sono 5230. I nuovi casi sono 1220 a fronte di 7522 tamponi (1724 molecolari e 5798 test antigenici rapidi). Il tasso di positività è al 16.21%. I nuovi positivi sono 554 nell'area di Genova, 224 nello Spezzino, 190 nel Savonese, 142 nell'Imperiese, 110 nel Tigullio. I guariti nelle ultime 24 ore sono 1327. In isolamento domiciliare ci sono 16696, 247 in meno rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati somministrati 76 vaccini di cui uno proteico.

Valle D'Aosta

Nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta sono stati rilevati 97 nuovi positivi al Covid-19, e non è stato registrato nessun decesso. Le guarigioni sono state 87. Gli attuali contagiati sono 1.402, di cui 20 ricoverati in ospedale e uno in terapia intensiva. Sono 1.381 le persone in isolamento domiciliare. Dall'inizio della pandemia le vittime sono 528. E' quanto si legge nel bollettino sull'emergenza 
Covid emesso dalla Regione della Valle d'Aosta in base ai dati dell'Usl.

Il bollettino Covid in Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria e Veneto 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?