Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
6 mar 2022
6 mar 2022

Bollettino Covid Italia e Lombardia 6 marzo: 35.057 casi, 105 morti

In Lombardia i nuovi positivi sono 3.627, 34 i decessi

6 mar 2022
featured image
I contagi Covid in Lombardia del 6 marzo 2022
featured image
I contagi Covid in Lombardia del 6 marzo 2022

La guerra in Ucraina rischia di diventare un'emergenza anche dal punto di vista della pandemia da coronavirus. La crisi internazionale, infatti, potrebbe avere ripercussioni dal punto di vista della campagna vaccinale contro il Covid-19. Anche per questo motivo in zone strategiche d'Italia - ad esempio la stazione Termini di Roma - si stanno organizzando punti di screening anticoronavirus e postazioni per la vaccinazione dei profughi in arrivo dall'Ucraina.

Il Covid in Italia

In Italia nelle ultime 24 ore sono stati 35.057 i nuovi casi di Covid-19 registrati, 105 i morti. Sono 296.246 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 381.484. Il tasso di positività è al 10,5%, stabile rispetto a ieri. Sono invece 603 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 6 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 37. I ricoverati nei reparti ordinari sono 8.828, ovvero 146 in meno rispetto a ieri. 

Lombardia

Con 43.075 tamponi eseguiti, è di 3.627 il numero di positivi al coronavirus registrati in Lombardia, con un tasso di positività all'8,4% (ieri era il 7,7). Continua il calo dei ricoveri: se in terapia intensiva sono infatti 82 i pazienti, cioè uno più di ieri, negli altri reparti sono 821 (-28). Sono invece 34 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 38.792. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 1777 contagi, a Brescia 352. a Monza 335, a Bergamo 298, a Como 238. a Pavia 194, a Mantova 183, a Cremona 126 così come a Lecco, a Lodi 64 e a Sondrio 56. 

Le altre regioni

Abruzzo

Sono 918 i contagi da coronavirus in Abruzzo oggi, 6 marzo 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati 4 morti. I nuovi casi (di cui 735 emersi da test antigenico) riguardano persone di età compresa tra 4 mesi e 95 anni. I contagi sono stati individuati su 1.812 tamponi molecolari e 6.713 test antigenici. Registrati altri 409 guariti. Gli attualmente positivi sono 65.108 (+505), 290 ricoverati in area medica (-10), 13 in terapia intensiva (-1), 64.805 in isolamento domiciliare (+516).

Alto Adige

In Alto Adige dopo una settimana esatta senza decessi, il bollettino di oggi registra una vittima con Covid-19. Nella giornata di ieri è deceduto un uomo di oltre 80 anni e il numero di vittime complessive da inizio pandemia è salito a 1.414. In aumento i ricoveri in ospedale, 67 nei normali reparti (5 in più rispetto a ieri) e 2 in terapia intensiva (uno in più). Nelle strutture private convenzionate sono ricoverati 67 pazienti postacuti. Su 295.055 persone sottoposte a tampone molecolare, 192.473 sono risultate positive. I guariti totali sono 186.428.

Basilicata 

C'è un nuovo decesso in Basilicata per via del Covid-19. E' quanto fa sapere la task force regionale che segnala anche 399 nuovi contagi a fronte di 2.075 tamponi (molecolari ed antigenici)processati ieri. Nella stessa giornata si sono registrate 267 guarigioni. In totale sono 89 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, di cui una in terapia intensiva.

Calabria

Sono 1.327 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al Sars-cov2 in Calabria su 7.366 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati effettuati 2.343.856 tamponi, finora le persone risultate positive al coronavirus sono 226.269 (ieri erano 224.942). Rispetto a ieri scende il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 18,78% al 18,02%). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 2.134 (+7 rispetto a ieri), i guariti sono 177.427 (+1.203 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 267 in area medica (+3 rispetto a ieri) e 16 in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 46.708 (+117).

Campania

Sono 3.421 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 24.916 test, 3 i nuovi decessi registrati nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania (2 avvenuti nelle ultime 48 ore e uno avvenuto in precedenza, ma registrato ieri). In Campania sono 30 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 608 quelli ricoverati in reparti di degenza.

Emilia Romagna

Dall'inizio della pandemia in Emilia-Romagna si sono registrati 1.198.689 casi di positività, 2.089 in più rispetto a ieri, su un totale di 13.388 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 6.400 molecolari e 6.988 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 15%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell'Emilia-Romagna sono 68 (numero invariato rispetto a ieri), l'età media è di 64 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.177(+10 rispetto a ieri, +0,9%), età media 74,5 anni. Le persone complessivamente guarite sono 2.491 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 1.153.802.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.631 tamponi molecolari sono stati rilevati complessivamente 453 nuovi contagi: 109 su 1.631 tamponi molecolari effettuati con una percentuale di positività del 6,68% e altri 344 casi rilevati su 3.709 test rapidi antigenici realizzati (9,27%). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 10, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 158. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la cittadinanza, la fascia più colpita è quella 40-49 anni (17,44%), seguita dalla 30-39 anni (15,23%) e dalla 50-59 (14,13%). Nella giornata odierna si registrano due decessi. I decessi complessivamente sono pari a 4.805, mentre i totalmente guariti sono 289.722.

Lazio

"Oggi nel Lazio su 6.595 tamponi molecolari e 34.313 tamponi antigenici per un totale di 40.908 tamponi, si registrano 3.923 nuovi casi positivi (-11), sono 3 i decessi (-2), 1.113 i ricoverati (-13), 98 le terapie intensive (+6) e +5.406 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,5%. I casi a Roma sono a quota 1.822. Il sistema sanitario regionale è in stato di massima allerta ed è stato innalzato il livello di cybersicurezza". Lo rende noto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, al termine della videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19.

Liguria

Si attenua la ritirata del Covid in Liguria, anche se continuano a diminuire i numeri che fotografano l'andamento della pandemia. Ma il calo avviene in modo meno importanti rispetto ai giorni precedenti. I positivi sono 12783, 141 meno di ieri, gli ospedalizzati 259, appena uno in meno rispetto alle 24 ore precedenti, ma in alcuni nosocomi sono tornati a crescere. Tra questi 17 sono in terapia intensiva (8 non vaccinati), erano 16. In isolamento domiciliare ci sono 12513 persone, 142 in meno, in sorveglianza attiva 2106, erano 2354. C'è stato un decesso, un uomo di 79 anni a Sarzana. Da inizio pandemia i morti sono 5134. I guariti sono 958. I nuovi positivi sono 818 a fronte di 6679 tamponi (2213 molecolari, 4466 test antigenici). Il tasso di positività è del 12,24%,

Marche

Dopo il progressivo calo nelle Marche dell'incidenza di casi di coronavirus ogni 100mila abitanti, che prosegue quasi ininterrotto dal 27 gennaio, ora si registra una fase di stabilizzazione della curva con una media di circa 1.300 contagi al giorno, a fronte però di una discesa dei ricoveri nell'ultimo periodo. Nelle ultime 48ore il totale dei casi ogni 100mila abitanti ha conosciuto due lievi rialzi consecutivi: nel bollettino di ieri, con gli ultimi 1.619
positivi rilevati, l'incidenza è salita da 584,38 a 602,03, mentre oggi si è portata a 625,21. Resta piuttosto alta la percentuale di positività registrate tra i tamponi del percorso diagnostico (44,1% su 3.668 test). In tutto sono stati eseguiti 4.994 tamponi che comprendono 1.326 del percorso guariti.

Molise

In aggiornamento.

Piemonte

Sono 1.108 in Piemonte i nuovi casi di persone risultate positive al Sars-cov2, il 6,9% di 16.151 tamponi eseguiti. L'Unità di crisi regionale registra anche 4 decessi, nessuno dei quali relativo alla giornata di oggi, e 1.036 guariti. In lieve aumento i ricoveri, che nei giorni scorsi erano stati in costante calo: i pazienti in terapia intensiva sono 33 (-1), 699 nei reparti ordinari (+4). Dall'inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 992.412 positivi, 13.083 decessi e 936.761guariti.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati registrati 19.003 test per l'infezione da Covid-19 e 2.929 nuovi casi: 851 in provincia di Bari, 176 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 207 in quella di Brindisi, 380 in provincia di Foggia, 925 in provincia di Lecce, 355 in provincia di Taranto nonché 22 residenti fuori regione e 13 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 2 decessi. Attualmente sono 74.339 le persone positive, 543 sono ricoverate
in area non critica e 28 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 756.171 a fronte di 8.887.301 test eseguiti, 674.108 sono le persone guarite e 7.724 le persone decedute.

Sardegna

In Sardegna si registrano oggi 846 ulteriori casi confermati di positività al Sars-cov2 (di cui 691 diagnosticati da antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 7127 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 27 (come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 324 (+7), mentre 24887 sono i casi di isolamento domiciliare (+267). Si registrano tre
decessi: un uomo di 78 anni e due donne di 82 e 89, tutti residenti nella provincia di Oristano.

Sicilia

Sono 4017 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia (ieri 3.607), nelle ultime 24 ore, a fronte di 27.546 tamponi effettuati, su un totale di 10.978.913 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 15 decessi (ieri 22) che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 9.617. Il numero degli attualmente positivi in Sicilia è di 221.771 (+328) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 886, di cui 63 in Terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 220.822 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 583.196 (+4.509). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Palermo 1359, Catania 688, Messina 749, Siracusa 358, Ragusa 386, Trapani 412, Agrigento 596, Caltanissetta 219 e Enna 85.

Toscana

In Toscana sono 872.171 i casi di positività al coronavirus, 2.487 in più rispetto a ieri (855 confermati con tampone molecolare e 1.632 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 839.368 (96,2% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 6.659 tamponi molecolari e 13.151 tamponi antigenici rapidi, di questi il 12,6% e' risultato positivo. Sono invece 5.474 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 45,4% è risultato positivo.  Gli attualmente positivi sono oggi 23.676, -3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 731 (31 in meno rispetto a ieri), di cui 47 in terapia intensiva (1 in meno). Si registrano 8 nuovi decessi: 5 uomini e 3 donne con un'età media di 85,3 anni.

Trentino

La Provincia di Trento domani torna in zona bianca. Il bollettino di oggi dà conto del decesso di una donna ultra novantenne non vaccinata con altre patologie e anche di 228 nuovi contagi, mentre sale di poco il numero dei ricoverati in ospedale dato che a fronte di 6 nuovi ingressi le dimissioni sono state esattamente la metà: 55 dunque il numero attuale dei pazienti dei quali solo 3 si trovano in Rianimazione. La Provincia di Bolzano registra invece il decesso di un uomo ultra ottantenne. I nuovi casi sono 366 (16 tramite pcr e 350 tramite test antigenico). Nei normali reparti si trovano attualmente 67 pazienti Covid, mentre 2 sono in terapia intensiva.

Umbria

Oltre mille nuovi contagi portano il totale attualmente a più di 10mila casi in Umbria. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.132 nuovi casi, gli attualmente positivi sono 10.623 con un incremento rispetto al giorno precedente pari all'8,8%. Sono 274 le guarigioni. Calano i pazienti ricoverati: sono 135 a fronte dei 142 di ieri. Di questi, 5 sono in terapia intensiva come nei giorni precedenti. Un nuovo decesso nell'ultimo giorno, per un totale di 1.750 dall'inizio della pandemia.

Valle d'Aosta

Per il secondo giorno di fila, dopo oltre un mese, sono più i nuovi casi rispetto alle guarigioni nell'andamento del Covid-19 in Valle d'Aosta. Nelle ultime 24 ore, si sono registrati 35 nuovi positivi e sono risultate guarite dopo il tampone di uscita dall'isolamento 12 persone. I tamponi refertati sono stati 753. I casi tornano a salire in modo lieve e toccano i 1.319. Non si sono registrati nuovi decessi: i morti dall'inizio della pandemia restano 522. Dei positivi, 1.304 sono in isolamento domiciliare. All'ospedale regionale Umberto Parini, la situazione è in lieve miglioramento rispetto alla giornata di ieri. I ricoveri sono in tutto 15, uno in meno della
giornata precedente. Di questi, 13 sono nei reparti ordinari (uno in meno) e due in terapia intensiva (stabili).

 Veneto

Scendono nelle ultime 24 ore i nuovi contagi da Covid in Veneto, 3.029, rispetto ai 3.866 di ieri. Le vittime sono 7. Il totale dei casi dall'inizio dell'epidemia sale a 1.352.070, quello di decessi a 13.900. Lo riferisce il bollettino regionale. Si abbassa di poco il numero degli attuali positivi, 49.566 (-62). Pressochè stabili rispetto a 24 ore fa gli indicatori clinici: nei reparti non critici sono ricoverati 895 pazienti (-3), nelle terapie intensive 85 (+2). Piccola ripresa della campagna vaccinale, che segna 10.271 somministrazioni, per la maggior parte dosi addizionali/booster, 7.910, mentre le prime dosi sono state 554, e 1.907 i richiami del ciclo primario. Stabile la percentuale di copertura vaccinale nella fascia pediatrica, con il 32,7% dei ragazzi che ha effettuato almeno la prima dose.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?