Quotidiano Nazionale logo
12 gen 2022

Covid, bollettino Italia e Lombardia del 12 gennaio 2022: dati e contagi Coronavirus

Contagi in calo (196.224) e leggero aumento del tasso di positività. Record di decessi (313). Meno ricoveri in terapia intensiva, più pazienti in area medica

Milano, 12 gennaio 2022 - Nonostante il boom di contagi Covid registrato ieri, 11 gennaio, la curva dell'epidemia di Covid-19 in Italia sta rallentando e per la prima volta, da molto tempo, si rileva una leggera flessione nel numero dei casi in un giorno feriale. È presto, però, per trarre conclusioni e bisognerà guardare ai dati dei prossimi giorni per capire se
effettivamente il picco si sta avvicinando. Il numero dei decessi, 313 rispetto ai 294 del giorno prima, è stato invece il più alto della quarta ondata: è un numero che ha un forte impatto ma che era atteso, considerando che segue regolarmente l'andamento della curva dei ricoveri. Questi ultimi continuano a salire in tutto il Paese e solo i vaccini saranno in grado di ridurne il numero, ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza.

 Covid, basta bollettino quotidiano? Bassetti: mette ansia. Ipotesi al vaglio del Governo

Covid, il bollettino Italia e Lombardia dell11 gennaio

Intanto, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, la metà degli europei verrà contagiata da questa mutazione entro due mesi. Mentre, per il virologo americano Anthony Fauci è molto probabile che saranno "infettati quasi tutti, ma le persone vaccinate avranno conseguenze meno gravi". E con l'aumento dei ricoveri in area medica e terapia intensiva, l'Italia rischia di tingersi di arancione: diverse le regioni che rischiano di lasciare la zona gialla da lunedì 17 gennaio.

Zona arancione, le regioni a rischio da lunedì 17 gennaio. Cosa cambia?

Covid, il bollettino Italia e Lombardia del 12 gennaio 202
Covid, il bollettino Italia e Lombardia del 12 gennaio 202

Bollettino Italia/ PDF

Sono 196.224 i nuovi casi di positività al Covid-19 (ieri 220.532) registrati nelle ultime 14 ore in Italia. In aumento i decessi, 313 (ieri 294), ennesimo record della quarta ondata e numero piu' alto dal 28 aprile scorso. Dall'inizio della pandemia sono 7.971.068 le persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2, mentre da febbraio 2020 le vittime totali sono 139.872. Sono in tutto 5.609.136 i guariti o dimessi, mentre sono 108.198 le persone che sono diventate negative nelle ultime 24 ore (ieri 90.456). Le persone che risultano attualmente positive sono in tutto 2.222.060, ossia +87.921 rispetto a ieri (+129.542 il giorno prima). Compresi quelli molecolari e gli antigenici, i tamponi totali processati sono stati pari a 1.190.567, dunque 184.947 in meno rispetto a 1.375.514 di ieri. Il tasso di positività, ieri al 16%, oggi è pari al 16,5%. Sul fronte del sistema sanitario, crescono le degenze in area medica ma diminuiscono quelle nei reparti di rianimazione. Sono infatti +242 (ieri +727), per un totale di 17.309 ricoverati, i posti letto occupati nei reparti Covid ordinari. Sono invece -8 (ieri +71) i posti letto occupati in terapia intensiva, numero che porta a 1.669 il totale dei malati più gravi, con 156 ingressi in rianimazione (ieri 185). Una riduzione delle terapie intensive caratterizzate dal segno meno non si registrava da circa tre settimane. La regione con il maggior numero di casi odierni si conferma la Lombardia con 41.050 contagi, seguita da Campania (+27.034), Veneto (+19.811), Emilia Romagna (+18.631) e Piemonte (+17.147), Toscana (13.341), Sicilia (13.048) e Lazio (12.027). 

Bollettino Lombardia/ TABELLA 

Sono 41.050 i nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore e 91 i decessi, portando così a 35.610 il totale di vittime dall'inizio della pandemia. Lo rende noto la Regione. A fronte di 223.167 tamponi effettuati, il rapporto positivi/test è pari al 18,3%. Calano i ricoveri in terapia intensiva: sono 253 (-3) mentre i pazienti ricoverati non in terapia intensiva salgono a 3.317 (+115). Per quanto riguarda le province, sono 12.065 i nuovi positivi al Covid in provincia di Milano, di cui 5.095 nella città capoluogo. Poi, a Bergamo si registrano 4.026 nuovi casi, a Brescia 5.880, a Como 2.637, a Cremona 1.395, a Lecco 1.292, a Lodi 994, a Mantova 1.550, a Monza 3.597, a Pavia 2.127, a Sondrio 735 e a Varese 3.337.

Bollettino Covid, ecco come cambia quello della Lombardia

Covid, contagi in Lombardia il 12 gennaio 2022
Covid, contagi in Lombardia il 12 gennaio 2022

La cronaca racconta di due gemelli, uno vaccinato e l'altro no, morti a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro per il Covid. Carlantonio e Paolo Mantovani avevano 71 anni ed erano originari di Cogozzo, frazione di Viadana, in provincia di Mantova. A ricordare i due fratelli, sulla propria pagina Facebook, anche la parrocchia Beata Vergine delle Grazie di Viadana. I due erano conosciuti da tutti anche perché figli della maestra del paese. A Crema divampa invece la polemica per una lettera inviata ai propri alunni da una docente sospesa perché non vaccinata. "Sono stata 'amorevolmente sospesà per aver 'rifiutato la benedizione del sacro siero' (l'espressione è del bravissimo Diego Fusaro)", ha scritto l'insegnante. Alla prof ha risposto la sindaca di Crema, Stefania Bonaldi: "Parole assai gravi, si aspettava un premio?".

Covid, Fontana: "Lombardia sicuramente verso la zona arancione"

Più posti letto, Covid hotel e vaccini: così la Lombardia vuol evitare la zona arancione

Le altre regioni

EMILIA ROMAGNA - Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia- Romagna si sono registrati 730.330 casi di positività, 18.631 in più rispetto a ieri, su un totale di 73.593 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore e 19 decessi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 25,3%. Questo il dato comunicato al ministero della Salute, a cui vanno aggiunti 1.145 nuovi casi registrati a Piacenza e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento non è stato possibile caricare. I dati verranno recuperati nei prossimi giorni. Il totale complessivo odierno sarebbe quindi di 19.776 casi. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell' Emilia- Romagna sono 148 (-4 rispetto a ieri); l'età media è di 62,2 anni. Sul totale, 101 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,7 anni), il 68,2%, mentre 47 sono vaccinati con ciclo completo (età media 65,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.187 (+21 rispetto a ieri), età media 68,9 anni. Rispetto ai 14.000 nuovi casi registrati ieri, i contagi oggi registrano un +33%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano dell'1%, quelli delle terapie intensive diminuiscono del 2,6%.

MARCHE - Sono 2.397 i positivi al covid rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche, di cui 547 con sintomi. Continua a salire il tasso di incidenza che arriva a 890,63 su 100mila abitanti (ieri i nuovi casi erano 1.475 i e il tasso di incidenza 874,65). I nuovi casi rappresentano una positività di 19,1% su 12.509 tamponi del percorso diagnostico screening (16.936 i tamponi totali, a cui aggiungono 8.277 test per percorso antigenico screening con 3.554 positivi). 

TOSCANA - I nuovi casi di Covid registrati in Toscana sono 13.341 su 72.195 test di cui 25.068 tamponi molecolari e 47.127 test rapidi. I nuovi casi sono il 2,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3,1% e raggiungono quota 347.888 (65,1% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi
178.714, +1,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.276 (46 in più rispetto a ieri), di cui 123 in terapia intensiva (1 in più). Oggi si registrano 34 decessi. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.276 (46 in più rispetto a ieri, più 3,7%), 123 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 0,8%). Le persone complessivamente guarite sono 347.888 (10.362 in più rispetto a ieri, più 3,1%).

UMBRIA - Salgono a 222, dieci i più di martedì, i ricoverati Covid negli ospedali dell' Umbria dove restano stabili a 14 i posti occupati in terapia intensiva. Segnalati altri tre morti ma dopo tempo scendono in un giorno infrasettimanale gli attualmente positivi, 34.324, 299 in meno, con un record di 2.976 guariti. È in sintesi il quadro dei dati sul sito della Regione. Registrati nell'ultimo giorno 2.680 nuovi casi. Scaturiti dall'esame di 4.757 tamponi e 14.389 test antigenici, con un tasso di positività sul totale del 13,99 per cento (era 10,1 il giorno precedente).

VENETO - Sempre alti i contagi in Veneto oggi i nuovi positivi sono 19.811, con Verona in testa tra le province. Una buona notizia c'è, perché calano i ricoverati nelle aree non critiche e nelle terapie intensive. Le persone attualmente positive in isolamento sono 215.195 (oltre 9mila persone in più rispetto a ieri). Il picco dei contagi si attende tra una decina di giorni, mentre il momento più critico per gli ospedali dovrebbe essere a febbraio.

ABRUZZO - Sono 3912 (di età compresa tra 1 mese e 99 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 151824. Dei
positivi odierni, 2514 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 7 nuovi casi (di età compresa tra 68 e 91 anni, 4 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Chieti e uno in provincia di Teramo) e sale a 2680. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 91524 dimessi/guariti (+667 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 57620 (+3238 rispetto a ieri).  338 pazienti (invariato rispetto a ieri) sono ricoverati in
ospedale in area medica; 35 (+3 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 57247 (+3235 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 7088 tamponi molecolari (1798105 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 28345 test antigenici (2183746). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 11.04 per cento.

ALTO ADIGE - Dopo l'impennata dei contagi registrata ieri, cala il numero dei nuovi positivi al Covid-19 in Alto Adige (anche per effetto del minor numero di tamponi, in particolare rapidi, eseguiti), ma aumenta l'incidenza settimanale che è ora di 2.330 su 100.000 abitanti (più 176). Le nuove infezioni accertate dai laboratori dell'Azienda sanitaria provinciale nelle ultime 24 ore sono 2.312: di questi 484 sono stati rilevati sulla base di 2.545 tamponi pcr (di cui 793 nuovi test) e 1.828 sulla base di 12.329 test antigenici. Non vengono segnalati nuovi decessi, ma continua ad aumentare il numero delle persone in isolamento o quarantena domiciliare che sono 17.150 - pari al 3,3% della popolazione altoatesina - numero mai raggiunto nella stessa giornata dall'inizio della pandemia. Cala il numero dei pazienti ricoverati nelle strutture pubbliche: 17 (uno in meno) vengono assistiti in terapia intensiva e 73 (4 in meno) normali reparti ospedalieri. Altri 58 pazienti Covid-19 sono ricoverati nelle strutture private convenzionate, ma il dato è aggiornato al 10 gennaio. Altri 48 pazienti sono in isolamento nella struttura di Colle Isarco. Le persone dichiarate guarite sono 836 per un totale di 102.810.

BASILICATA -  In Basilicata sono 938 i nuovi casi di Sars Cov-2 (909 riguardano residenti), su un totale di 2.745 tamponi molecolari, e non si registrano decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force coronavirus riferito alle ultime 24 ore. Le guarigioni sono 267. I ricoverati per Covid-19 sono 74 (-4) di cui 1 (-1) in terapia intensiva: 41 (di cui 1 in TI) nell'ospedale di Potenza; 33 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono oltre 11.700. 

CALABRIA - In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 1806078 (+13.581). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 133.377 (+2.288) rispetto a ieri. Questi sono i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.PP. della Regione Calabria.

CAMPANIA - Sono 27.034 i nuovi positivi in Campania, dove sono stati effettuati 118.028 test. 17 i decessi, di cui 3 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. Lo comunica l'Unità di crisi della Regione. Sono 79 su 699 i posti di terapia intensiva occupati, 1.126 su 3.160 quelli di degenza.

FRIULI VENEZIA GIULIA - Oggi in Friuli Venezia Giulia su 12.587 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.541 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 12,24%. Sono inoltre 18.347 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 3.110 casi (16,95%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 40 di cui 35 non vaccinate mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 351. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Nella giornata odierna si registrano i decessi di 6 persone. I decessi complessivamente ammontano a 4.301. I totalmente guariti sono 146.360, i clinicamente guariti 559, mentre le persone in isolamento sono 40.364.  Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 191.975 persone.

LAZIO - Oggi nel Lazio su 29.612 tamponi molecolari e 79.927 tamponi antigenici per un totale di 109.539 tamponi, si registrano 12.027 nuovi casi positivi (-761), sono 15 i decessi (-28), 1.629 i ricoverati (+56), 202 le terapie intensive (+6) e +4.993 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10,9%. I casi a Roma città sono a quota 5.063. Rispetto a mercoledì della scorsa settimana sono 4.437 i casi positivi in meno.

LIGURIA - Sono 5.984 i nuovi casi di positivita' al coronavirus in Liguria, a fronte di 8.333 tamponi molecolari e 25.909 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 727 pazienti covid, 2 in meno di ieri. Di questi, 40 sono in terapia intensiva: 32 di loro non sono vaccinati. Il report registra anche 9 nuovi decessi avvenuti tra il 4 gennaio e ieri: le vittime del virus, da inizio emergenza, salgono dunque a 4.685.

MOLISE - In Molise nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo decesso riconducibile al Covid-19  (513 in totale dall'inizio dell'emergenza), 727 nuovi casi di contagio in leggera diminuzione rispetto a ieri (798) di cui 136 accertati con tampone molecolare e 591 con quello antigenico. Campobasso è il centro più colpito con 185 casi, a seguire Termoli (77) e Isernia con 54. I casi attualmente positivi in regione sono saliti a 6.509, di cui 3.857 diagnosticati con tampone molecolare Asrem e 2.652 con l'antigenico, un nuovo ricovero in Malattie infettive, quattro dimessi dallo stesso reparto, 130 guariti. È quanto si apprende dal report diffuso in serata dall'Azienda sanitaria regionale (Asrem). Il totale dei pazienti ricoverati in infettive è 18, quattro in meno rispetto a ieri, 2 in terapia intensiva (invariato). Di questi, 9 non sono vaccinati contro il Covid, 5 hanno ricevuto la seconda dose o dose unica, 6 la terza dose. Gli asintomatici a domicilio sono 6.459, 3.895 i soggetti in isolamento. Dall'inizio dell'emergenza il totale delle visite domiciliari effettuate dalle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) 8.507.

PIEMONTE - Oggi l'Unita' di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 17.147 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 14.731 dopo test antigenico), pari al 17,3% di 99.388 tamponi eseguiti, di cui 83.303 antigenici. Degli 17.147 nuovi casi gli asintomatici sono 12.361 (72,1%). I ricoverati in terapia intensiva sono 147 (-1 rispetto a ieri) e quelli in altri reparti 1.934 (+23). Le persone in isolamento domiciliare sono 154.733. Sono 16, nessuno di oggi, i decessi di persone positive al test del Covid-19. A questo proposito l'Unita' di Crisi ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid. Il totale diventa quindi 12.207 deceduti risultati positivi al virus. I pazienti guariti sono complessivamente 476.358 (+11.002 rispetto a ieri).

PUGLIA - Oggi in Puglia sono stati registrati 3.993 nuovi casi di Covid, su 86.037. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Attualmente sono 65.772 le persone positive, 490 sono ricoverate in area non critica e 51 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 367.476 a fronte di 6.515.241 test eseguiti. Le persone guarite sono 294.676 e quelle decedute 7.028. 

SARDEGNA -  In Sardegna sono 1.307 i nuovi casi confermati di positivita' al Covid, sulla base di 5.575 persone testate. L'ultimo aggiornamento della Regione riporta anche una nuova vittima, una donna di 71 anni residente nel Sud Sardegna. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 20.710 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 27 (uno in meno di ieri), mentre quelli in area medica sono 215, uno in meno rispetto a ieri. Sono 17.606 le persone in isolamento domiciliare, 828 in piu' di ieri. 

SICILIA - Lieve calo dei casi Covid in Sicilia. I nuovi contagiati, che emergono dal bollettino quotidiano del ministero della Salute, sono 13.048 (ieri erano stati 13.231) nonostante il numero superiore di tamponi processati, 62.875, determinando un tasso di positività in discesa al 20,75%. Sul fronte dei decessi oggi si registrano 35 morti (-10). Gli attualmente positivi crescono di 11.610 unità attestandosi su un complessivo di 140.923, mentre sono 1.413 i guariti. I ricoverati nei reparti ordinari sono 1.275 (+56), quelli in terapia intensiva 165 (+2) con 16 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 139.482 persone.

TRENTINO  - Nelle ultime 24 ore si registrano altri tre decessi per Covid in Trentino: si tratta di due uomini e una donna, in un'età compresa fra i 60 ed i 93 anni. Lo riporta il bollettino giornaliero dell'azienda sanitaria della Provincia di Trento. Sul fronte dei contagi, sono stati individuati 154 nuovi casi con i tamponi molecolari (su 1.503 test effettuati) e 2.124 dall'antigenico (su 11.647 test effettuati). Le fasce di età più interessate dai contagi sono quelle tra i 19 e i 39 anni (con 771 nuovi casi) e tra i 40 e i 59 anni (731). I molecolari hanno confermato anche 66 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Le persone ricoverate in ospedale sono 157, di cui 27 in rianimazione. Ieri ci sono stati 27 nuovi ricoveri a fronte di 17 dimissioni.

VALLE D'AOSTA - Un nuovo decesso e 622 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d' Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia a 21.887. I positivi attuali sono 5541 di cui 5485 in isolamento domiciliare, 51 ricoverati in ospedale, 5 in terapia intensiva. I guariti sono complessivamente 15.854, +248 rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono 118.232, i tamponi effettuati 389.623. Con il decesso di oggi salgono a 492 le persone decedute risultate positive al Covid in Valle d' Aosta da inizio epidemia

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?