Quotidiano Nazionale logo
25 gen 2022

Gigantesco blackout in Asia centrale. Colpa dei bitcoin? In milioni al buio

L'incredibile motivazione che starebbe alla base del crollo della rete che ha lasciato al buio milioni di persone

fabio lombardi
Cronaca
A Bitcoin is pictured in Duesseldorf, Germany, 27 December 2017. Wild swings in the price of bitcoin took a pause, after it temporarily dropped to 10,800 US dollar. The cryptocurrency's value plummeted by nearly a third last week, and was dealt another potential blow when the Israeli Securities Agency said it would bar companies trading in bitcoin from operating on the Tel Aviv stock exchange and investigate how to regulate the digital currency because of concerns about volatile prices.  ANSA/SASCHA STEINBACH
Bitcoin

Roma, 25 gennaio 2022 - Da questa mattina un enorme blackout ha interessato una vasta area dell'Asia centrale lasciando al buio e senza servizi minimi milioni di persone.

Milioni al buio

Milioni di persone sono rimaste senza energia elettrica in Kazakhstan, Uzbekistan e Kirghizistan dopo che un blackout, provocato da un incidente di cui ancora non si sa molto, ha colpito le principali città e alcune regioni dei tre Paesi dell'Asia centrale.

Il guasto

Il ministero dell'Energia dell'Uzbekistan ha attribuito il problema a un "guasto significativo" nella rete di rifornimento del Kazakhstan.

Colpa dei bitcoin?

La rete dell'Asia centrale è stata sovraccaricata dalla siccità, che ha inciso sulla capacità idroelettrica in Kirghizistan, e dal boom dell'attività di mining per le criptovalute, dopo che i principali operatori del settori si sono trasferiti in Kazakhstan dalla Cina, dove l'attività di estrazione è stata bandita. La realizzazione di criptovalute, come i bitcoin, richiede infatti un'enorme potenza di calcolo e dunque grandi quantitativi di energia tanto che, diversi Paesi, hanno deciso di mettere al bando l'attività di mining (così viene denominata la creazione di criptovalute) non solo per l'incertezza di questo strumento finanziario ma per i livelli di inquinamento che genera.

In tilt

Milioni di persone al buio e città isolate tanto che l'aeroporto di Tashkent e la metropolitana della città hanno smesso di funzionare. Lo scalo di Bishek ha limitato il numero dei voli in arrivo e in partenza.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?