Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 gen 2022

Caso escort, Berlusconi non chiede rinvio. I legali: "Ogni processo è diverso"

Riprende il procedimento a Bari. Iel cavaliere è imputato per induzione a mentire

21 gen 2022
A file picture dated 23 February 2007 shows Forza Italia leader and former Italian premier Silvio Berlusconi leaving Quirinale Palace in Rome, Italy. Former Italian prime minister Silvio Berlusconi on 02 January 2014 filed an appeal against his conviction for sex solicitation and abuse of power stemming from the so-called 'bunga bunga' scandal. He is seeking an acquittal on the grounds that no crime was committed after he was given a seven-year jail term and a lifetime ban on holding public office in June for soliciting sex from a minor, night club dancer Karima 'Ruby' El Mahroug, and then abusing his position to cover up the affair.  ANSA/ETTORE FERRARI
Silvio Berlusconi
A file picture dated 23 February 2007 shows Forza Italia leader and former Italian premier Silvio Berlusconi leaving Quirinale Palace in Rome, Italy. Former Italian prime minister Silvio Berlusconi on 02 January 2014 filed an appeal against his conviction for sex solicitation and abuse of power stemming from the so-called 'bunga bunga' scandal. He is seeking an acquittal on the grounds that no crime was committed after he was given a seven-year jail term and a lifetime ban on holding public office in June for soliciting sex from a minor, night club dancer Karima 'Ruby' El Mahroug, and then abusing his position to cover up the affair.  ANSA/ETTORE FERRARI
Silvio Berlusconi

Bari, 21 gennaio 2022 - A differenza del Ruby ter, rinviato al 16 febbraio su richiesta della difesa del cavaliere in vista delle elezioni al Quirinale, riprende oggi a Bari il processo che vede imputato il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi per induzione a mentire: si tratta di uno stralcio della vicenda escort sulle donne portate da Gianpaolo Tarantini nelle residenze dell'allora presidente del Consiglio dei ministri. Berlusconi è accusato di aver pagato Tarantini perché mentisse ai pm baresi che indagavano sulle serate a Palazzo Grazioli e Villa Certosa tra il 2008 e il 2009. Nel processo la presidenza del Consiglio del ministri è costituita parte civile. Nell'udienza odierna è prevista l'audizione di due testimoni dell'accusa. 

Entrando a palazzo di giustizia prima dell'udienza, l'avvocato Roberto Sisto, difensore di Berlusconi, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano come mai non abbiano chiesto un rinvio per le elezioni del presidente della Repubblica come invece è stato fatto a Milano, spiegando che "ogni processo è diverso dall'altro e conseguentemente può avere scelte diverse".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?