Conto alla rovescia per le gomme invernali, o se meglio preferite termiche o da neve.  Da oggi lunedì 15 novembre  per chi non le avrà montate o non avrà nel baule le catene scatteranno le multe, anche salate sino a 335 euro ma anche il fermo della vettura. Secondo la legge 120 del 29 luglio 2010 infatti il periodo in cui vige l'obbligo di circolare con le gomme invernali oppure con le catene da neve a bordo è dal 15 novembre al 15 aprile ma l'utilizzo sulle auto può essere anticipato e posticipato di un mese. Quindi da venerdì 15 ottobre si potevano utilizzare sulle nostre auto. Comuni o gestori delle strade però possono imporre in tratti specifici obblighi temporali anticipati o prolungati. 

Non a tutti conviene montarle anche se per la loro diversa scanalatura le gomme invernali hanno un'ottima performance sul bagnato garantendo maggiore aderenza.  Se si abita in montagna è ovvio ma anche per chi vive in zone come la pianura padana dove non nevica spesso, ma la temperatura per mesi resta  sotto i 7 gradi, le gomme invernali sono la soluzione ideale. Un treno di gomme e uno per l'estate è la scelta perfetta per la sicurezza e per il consumo di benzina e del battistrada. Al contrario se vivete in zone d'Italia dove il clima invernale è più mite  si può valutare valutare l'acquisto magari preferendo le "quattro stagione", ovvero pneumatici omologati per l'uso durarnte tutto l'anno. Non solo per evidenti motivi economici ma anche perché le gomme invernali danno il loro meglio con temperature fredde; usarle con temperature superiori ai 12  significa comporta una maggior usura e i vantaggi si riducono di molto. 

 

 

 

La legge

La legge prevede l’obbligo di gomme invernali (o in alternativa le quattro stagioni omologate) a partire dal 15 novembre 2021 e fino al 15 aprile 2022, con un mese di deroga sia all’inizio che alla fine della “finestra invernale”. Di conseguenza, dal 15 ottobre ed entro e non oltre il 15 novembre 2021, bisogna montare le gomme invernali. Attenzione, però, le gomme invernali aumentano di molto la sicurezza ma non vi rendono immuni da condizioni anomale come la presenza di lastre di ghiaccio vivo sulle strade

Le multe

Il  Codice della Strada prevede multe per chi non monta gomme invernali o viaggia senza catene da neve a bordo dove vige l'obbligo. Le sanzioni vanno dai 41 ai 168 euro  nei centri abitati e dagli  84 a 335 euro nelle strade extraurbane. Gli agenti potrebbe anche decidere di tenere fermo il vostro veicolo sino a che non provvederete a montare gomme invernali o ad avere a bordo le catene.

Catene da neve

Sono l'alternativa d'obbligo alle gomme da neve. Per vetture e veicoli commerciali sino a 3,5 tonnellate, le catene da neve omologate sono quelle contraddistinte dal simbolo “UNI 11313” o l'equivalente dello standard austriaco “O-Norm V-5117”.

Pneumatici invernali

Le invernali montano tasselli per avere una maggiore presa sulla neve. e le scanalature sono molto diverse su quelle estive, più adatte sul bagnato per garantire maggiore aderenza e meno rischi di aquaplaning. Diversa anche la mescola. Il risultato è una guida molto più sicura e facile in qualunque condizione meteo invernale non solo sulla neve

Quattro stagioni

Le gomme all season sono spesso utilizzate come come primo equipaggiamento sui suve e crossover ma, pur offrendo prestazioni migliori sui fondi viscidi rispetto a un treno di pneumatici estivi, non possono garantire lo stesso livello di aderenza degli invernali quando fa freddo. 

Come riconoscerle

Le e gomme invernali  hanno sulla spalla queste diciture:  “M+S”,  MS,  M&S, M-S.  In aggiunta possono aver una sorta di fiocco di neve stilizzato che  da solo non basta a indicare una gomma da neve ma che attesta il fatto che la gomma ha superato specifici test di omologazione su neve.  Le coperture M+S senza il fiocco di neve sono classificate come gomme all seasons semplici e non sono pneumatici invernali.

Misure e velocità

Le gomme debbono rispettare l'omologazione riportata sul libretto compresa la velocità.  Il Codice della strada, però, per l’impiego stagionale dei pneumatici invernali concede una deroga al codice di velocità, che può essere inferiore a quello prescritto nella carta di circolazione, purché uguale o superiore a Q (160 km/h). Di solito, tale opportunità viene sfruttata ed è normale che le gomme termiche abbiano codice di velocità inferiore di una o più classi rispetto a quello delle estive: ad esempio, H (210 km/h) in luogo di V (240 km/h). Se, quindi, si circola d’estate con pneumatici invernali  con codice di velocità inferiore a quello prescritto per le estive si rischia una sanzione di 419 euro, il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo recarsi a una sede provinciale della Motorizzazione per verificare il ripristino delle caratteristiche corrette.

Quanto costano?

A fare il prezzo sono la marca e soprattutto la qualità: indicativamente si va da un minimo di circa 200 euro per le utilitarie fino a oltre mille per i suv.

Quanto costa montarle?

Se siete capaci e soprattutto se sono montate su cerchi appositi potete fare da soli altrimenti i gommisti chiedo tra i 40 e i 140 euro a seconda se hanno cerchi proprio o debbono togliere le estive e mettere le invernali sullo stesso cerchio. La bilanciatura spesso è compresa. A questo poi può essere aggiunto il costo di stoccaggio se non avete un posto o un garage dove riporle "fuori stagione".