La Lombardia guida ancora la classifica dei contagi in Italia, con il bollettino Covid  che ieri ha mostrato un incremento di 4.191 i nuovi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore, a fronte di 45.865 tamponi effettuati, su un totale di 6.612.378 da inizio emergenza. Il tasso di positività si attesta al 9,1%. Nelle ultime 24 ore ci sono stati anche 49 decessi che portano il numero delle vittime complessive, in regione, a 28.324. Le persone ricoverate con sintomi, in Lombardia, sono 4.062, di cui 435 in Terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare ci sono 59.217 soggetti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 507.514 (+1.695). Gli attualmente positivi in totale sono 63.714. Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Milano 1.138, Bergamo 315, Brescia 955, Como 241, Cremona 164, Lecco 173, Lodi 74, Mantova 182, Monza e Brianza 401, Pavia 169, Sondrio 37, Varese 245.

Tutti a spasso

Uno scenario che pare non preoccupare più di tanto i cittadini, nonostante l'aumento dei contagi, l'esplosione delle varianti e l'indice Rt in costante salita, in particolare a Milano. Da lunedì la regione sarà zona arancione, ma intanto l'ultimo fine settimana in zona gialla è cominciato con tante persone a spasso a Milano. In Darsena addirittura è spuntata una discoteca all'aperto: cento giovani si sono ritrovati fra drink, musica a tutto volume e balli. Mascherine che si contavano con il contagocce e nessun rispetto del distanziamento sociale. Nonostante l'appello del sindaco Sala ("Comportatevi in modo adeguato, siamo in un momento difficile"), i milanesi, vista anche la bella giornata, si sono quindi riversati in centro per passeggiare, fare shopping e bere l'aperitivo seduti ai tavolini all'aperto dei bar che si affacciano su piazza del Duomo. Registrati assembramenti anche sui Navigli. Poche persone, invece, hanno aderito alla manifestazione organizzata all'Arco della Pace dai 'no mask'. Milano, ma non solo. Situazione allarmante anche a Bergamo: ressa oggi pomeriggio in centro, sia in città bassa che a Bergamo Alta, benché vi fossero meno persone degli scorsi fine settimana. Presenti soprattutto gruppetti di giovani all'altezza dei Propilei di Porta Nuova, con relativi interventi della polizia locale per sciogliere gli assembramenti e far rispettare il corretto uso delle mascherine. Non è stato disposto il senso unico pedonale in via XX Settembre e sulla Corsarola, come era invece accaduto nei precedenti fine settimana.

Piazze blindate nella capitale

Chiusure temporanee a causa di assembramenti sono scattate nel pomeriggio a Roma, sia in piazza dell'Immacolata a San Lorenzo sia alla scalea del Tamburino a Trastevere. Entrambi quartieri caratterizzati dai locali della movida. Gli agenti della polizia locale sono intervenuti per la presenza di un elevato numero di persone, soprattutto giovani, che rendeva impossibile il rispetto delle norme di prevenzione del contagio da Covid. I controlli delle forze dell'ordine hanno interessato anche il litorale di Ostia, con numerose pattuglie in piazza Anco Marzio per la presenza di assembramenti.