Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 mag 2022

Meteo e temperature africane. Dieci consigli per combattere Hannibal e il caldo anomalo

Ecco il decalogo pubblicato dal ministero della Salute: basta poco per rendere più vivibile la casa ed evitare rischi al nostro corpo

17 mag 2022

Milano, 17 maggio 2022 -  Hannibal, l'anticiclone africano, picchia duro sull'Italia con picchi i 35 gradi previsti per sabato e domenica prossima. Che sia un caldo anomalo per la stagione poco importa mentre difendersi e proteggersi dall'afa è fondamentale. Ecco un decalogo  per combattere l'afa pubblicato sul portale  del ministero della Salute. Sono semplici abitudini comportamentali e misure di prevenzione  comunque in grado di limitare l'esposizione alle alte temperature, facilitare il raffreddamento del corpo ed evitare la disidratazione, ridurre i rischi nelle persone fragili (persone molto anziane, persone con problemi di salute, che assumono farmaci, neonati e bambini molto piccoli).  Non uscire nelle ore più calde e eviatre e l'esposizione diretta al sole tra le 11 e le 18. Migliorare l'ambiente domestico e di lavoro: la misura più semplice è la schermatura delle finestre esposte a sud e a sud-ovest con tende e oscuranti regolabili  come le veneziane che blocchino il passaggio della luce, ma non quello dell'aria.L'aria condizionata va usata con attenzione, evitando di regolare la temperatura a livelli troppo bassi rispetto alla temperatura esterna. Una temperatura tra 25-27 gradi con un basso tasso di umidita' è sufficiente a garantire il benessere e non espone a bruschi sbalzi termici rispetto all'esterno. Da impiegare con cautela anche i ventilatori meccanici, che accelerano il movimento dell'aria, ma non abbassano la temperatura ambientale. Quando la temperatura interna supera i 32 gradi  l'uso del ventilatore è sconsigliato perché' non é efficace per combattere gli effetti del caldo. Bere molta acqua e mangiare frutta fresca è una misura essenziale. Soprattutto per gli anziani è necessario bere anche se non si sente lo stimolo della sete. Esistono tuttavia particolari condizioni di salute (come l'epilessia, le malattie del cuore, del rene o del fegato) per le quali l'assunzione eccessiva di liquidi è controindicata. Se si è affetti da qualche malattia  consultare il medico prima di aumentare l'ingestione di liquidi. E' ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?