Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Cosenza, permettevano abusi sessuali su figlie per pochi euro: arrestati genitori e orco

Al 46enne veniva concesso l'uso esclusivo di una camere da letto in casa

GERMOGLI PH 27 OTTOBRE 2014  FIRENZE VIOLENZA SULLE DONNE ABUSI MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA ABUSO
Abusi sessuali

Cosenza, 27 gennaio - Permettevano ad un uomo di abusare delle loro figlie per pochi euro. Succedeva a San Giovanni in Fiore, nel Cosentino, dove i carabinieri della locale stazione hanno eseguito tre misure cautelari per concorso in violenza sessuale in danno anche di due minori. I destinatari sono la madre e il padre delle vittime e l'uomo che abusava di loro. I militari hanno avviato indagini dopo aver appreso che il 46enne potesse abusare sessualmente di due ragazze minorenni, una delle quali disabili, all'interno della loro abitazione. Gli approfondimenti di indagine svolti non solo hanno riscontrato l'ipotesi investigativa originaria, ma hanno permesso di accertare altri abusi sessuali, commessi dallo stesso indagato, in danno di un'altra sorella, disabile, di poco maggiorenne. Sarebbe stata anche accertata la responsabilita' dei genitori, un 46enne ed una 48enne, per aver agevolato gli abusi sessuali, consentendo all'uomo e l'accesso alla loro abitazione e l'utilizzo esclusivo di una camera da letto.Nel corso delle indagini e' anche emerso che l'indagato era solito lasciare pochi euro all'interno dell'abitazione dopo aver compiuto gli abusi sessuali. In base alle indagini svolte, il Gip presso il Tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti del 46enne, autore dei vari abusi sessuali; nei confronti della madre delle tre ragazze sono stati disposti gli arresti domiciliari mentre nei confronti del padre e' stata disposta la misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Per i genitori il Gip ha anche disposto la sospensione della potesta' genitoriale nei confronti delle due figlie minori. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?