Quotidiano Nazionale logo
18 dic 2021

Serie B, la Cremonese batte l'Ascoli 4-1

Per la squadra di Pecchia gol di Valeri, Buonaiuto, Di Carmine e Vido

luca marinoni
Sport
featured image
Cristian Buonaiuto della Cremonese

Una Cremonese bella e sempre sicura si impone con un 4-1 di indubbio rilievo in casa dell’Ascoli e conquista tre punti che consentono alla squadra di Fabio Pecchia di assaporare l’elettrizzante profumo dei posti che contano della classifica di serie B. I grigiorossi tornano a mettere in mostra una partenza lanciata. Già al 4’ gli ospiti vanno vicini al gol con una perfetta triangolazione Fagioli-Valeri-Ciofani che costringe la difesa bianconera ad un provvidenziale intervento in chiusura in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina prova a rendersi pericoloso ancora Ciofani, ma il suo spunto rimane senza esito, mentre sul fronte opposto i marchigiani al 7’ chiamano al lavoro Carnesecchi, ottimo nel neutralizzare Sabiri ben lanciato davanti a lui.

La gara si mantiene molto accesa e Iliev e Sabiri tentano la battuta a rete ma senza esito, così come accade a Valeri e Ciofani che non trovano il guizzo vincente. La partita rimane in equilibrio fino al 31’ quando Valeri si impadronisce di una palla vagante e lascia partire una sventola che, sfiorata anche da Eramo, non lascia scampo a Leali. Il vantaggio carica ulteriormente la formazione di mister Pecchia, che tenta subito il raddoppio con Gaetano, ma Leali non si lascia sorprendere. Il 2-0 è comunque vicino e al 39’ Fagioli pennella uno splendido assist per Buonaiuto, che si fa largo al limite dell’area bianconera e sigla una rete di pregevole fattura con una perfetta conclusione che non lascia scampo al portiere locale. L’Ascoli, però, non demorde e proprio al 44’ firma il gol che riapre la contesa con Eramo, che sfrutta di testa un bel servizio scaturito da un duetto tra Iliev e Dionisi.

La ripresa si apre ancora nel segno dei grigiorossi, che si rendono subito insidiosi con Buonaiuto e Fagioli. La retroguardia marchigiana soffre, ma riesce a preservare la porta difesa dall’attento Leali da nuovi dispiaceri. Dopo 6’ di gioco la strada dell’Ascoli si mette ancora più in salita. Botteghin incappa nel secondo giallo nel tentativo di fermare una ripartenza di Zanimacchia e i padroni di casa si ritrovano in inferiorità numerica. La compagine di Sottil cerca di non arrendersi, ma i grigiorossi controlli con sicurezza la gara e provano nuovamente il tiro con Zanimacchia. Leali, però, è pronto a neutralizza la minaccia, ma non può nulla al 25’, quando una triangolazione Bartolomei-Vido-Gaetano porta l’ex partenopeo alla conclusione. Il pallone sta rotolando lentamente verso la fatidica linea bianca quando arriva Di Carmine, da poco entrato in campo, che imprime alla sfera il tocco decisivo per il tris degli ospiti. A questo punto, con i bianconeri sempre più nervosi e demoralizzati, il risultato è saldamente nelle mani della squadra di mister Pecchia che all’inizio del recupero si concede anche la soddisfazione del poker con Vido per un 4-1 finale che profuma di dolci sogni di gloria per i grigiorossi.

Ascoli-Cremonese 1-4 (1-2)
Ascoli (4-3-1-2): Leali 6,5; Salvi 6, Botteghin 6, Avlonitis 6 (30’ st De Paoli sv), Felicioli 6 (12’ st D’Orazio 6); Saric 6, Büchel 6 (12’ st Quaranta 6), Eramo 6,5; Sabiri 6,5 (30’ st Maistro sv); Iliev 6,5 (23’ st Bidaoui 6), Dionisi. A disposizione: Bolletta, Raffaeli, Tavcar, Baschirotto, Collocolo. All: Andrea Sottil 6.
Cremonese (4-2-3-1): Carnesecchi 6,5; Sernicola 6, Bianchetti 6, Okoli 6, Valeri 6,5; Fagioli 7 (14’ st Valzania 6), Castagnetti 6,5 (37’ st Baez sv); Zanimacchia 6 (22’ st Bartolomei 6), Gaetano 6,5, Buonaiuto 6,5 (14’ st Vido 6); Ciofani 6,5 (22’ st Di Carmine 6). A disposizione: Ciezkowski, Sarr, Fiordaliso, Ravanelli, Nardi, Meroni, Deli. All: Fabio Pecchia 7.
Arbitro: Zufferli di Udine 6.
Reti: pt 31’ Valeri; 39’ Buonaiuto; 44’ Eramo; st 25’ Di Carmine; 46’ Vido.
Note: ammoniti Sernicola; Botteghin; Fagioli; Dionisi; Castagnetti; Leali; Eramo; Vido; Okoli – espulso: 6’ st Botteghin (doppia ammonizione) – angoli: 1-3 – recupero: 2’ e 5’.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?