Longo cerca di farsi largo tra i difensori del Padova (Lapresse)
Longo cerca di farsi largo tra i difensori del Padova (Lapresse)

Cremona, 11 febbraio 2019 - Il pareggio a reti bianche con l'ultima in classifica ha confermato (o addirittura approfondito) un problema che rappresenta un freno non di poco conto nel cammino stagionale della Cremonese. Il 2-0 inflitto alla capolista, forse, aveva indotto qualcuno a considerare in via di soluzione una questione che, al contrario, ha messo in mostra tutta la sua importanza nel match concluso senza reti con il fanalino di coda.

La squadra grigiorossa riesce infatti a costruire un gioco anche interessante e promettente, ma evidenzia in modo assai preoccupante una sterilità offensiva della quale non si riesce a trovare la cura. Persi per strada Brighenti (passato al Monza) e Paulinho (che ha risolto il suo contratto), fermi ai box Castrovilli e, di nuovo, Montalto, il reparto avanzato cremonese è stato ridisegnato, puntando su Strizzolo e Longo, ma, almeno per il momento, non sembra sia stata individuata la soluzione ad un problema del gol che rischia di diventare "annoso". Con il Padova, in effetti, Strizzolo ha messo in mostra alcuni movimenti interessanti, ma gli spunti di maggior rilievo (anche se non hanno portato al gol) sono giunti da Strefezza e da Piccolo, mentre Longo ha confermato di essere alla ricerca della forma migliore. Se a queste premesse si aggiunge che sabato a Cosenza la Cremonese non solo non potrà sbagliare, ma dovrà anche invertire la tendenza che la vede in coda per quel che riguarda i punti raccolti in trasferta, è facile riassumere il tutto dicendo che la formazione grigiorossa deve risolvere al più presto questa sgradita sterilità offensiva.

Una "mancanza" che sta impedendo alla compagine di Massimo Rastelli di veleggiare con continuità e decisione verso i playoff e che la obbliga a sostenere in Calabria un delicato esame per tenere lontana la zona calda della classifica. I giorni che ci sperano dalla sfida in casa dei rossoblù, dove mancherà lo squalificato Arini, devono risolvere una volta per tutte questa carenza e far rifiorire il feeling tra la Cremonese e il gol. Il tempo delle intenzioni e delle attese deve finire...