Cremona, 8 luglio 2018 - La ricerca di una prima punta che la Cremonese ha avviato praticamente dalla fine del Campionato potrebbe riservare un colpo per molti versi a sorpresa. Dopo i contatti interocrsi nei giorni scorsi, infatti, sono in molti a sostenere che domani mattina nella sede di via Postumia arriverà Andrea Caracciolo per ascoltare la proposta della società grigiorossa. L'Airone, reduce da 399 presenze nel Brescia, è svincolato dallo scorso 30 giugno e viene seguito con crescente interesse da Frosinone, Padova e Venezia. Anche la Cremonese, però, ha voluto mettersi sulle tracce di un attaccante che, nonostante le 37 primavere, è ancora fisicamente integro e gode di un feeling davvero speciale con il gol. Pur senza trascurare di cercare di capire quale sarà il destino di Paulinho (la pista che porta al ritorno a Livorno non ha ancora offerto la necessaria fumata bianca), il sodalizio grigiorosso si sta attivando per mettere a disposizione di Andrea Mandorlini un terminale offensivo in grado di far fruttare a dovere il gioco della squadra che sta gradatamente prendendo forma in questi giorni.

In effetti, gli arrivi di Castagnetti, Migliore e Greco, non hanno certo completato le operazioni in entrare per i grigiorossi che in questo momento stanno valutando diversi altri obiettivi. Tra questi si sta facendo largo Vasile Mogos (classe '82) dell'Ascoli, un terzino destro che, per esperienza e qualità, potrebbe offrire un valido contributo alle fortune della Cremonese che, sempre in tema di attaccanti, non sta dimenticando Federico Melchiorri del Carpi (anche se un eventuale arrivo di Caracciolo dopo l'incontro di domani potrebbe chiudere la strada alla punta di proprietà del Cagliari), mentre rimangono molto più indietro, al momento semplici suggestioni estive, i nomi di Alessandro Matri e Marco Borriello. Sul versante delle uscite, dopo i slauti registrati negli ultimi giorni, bisogna segnalare l'interesse che continua a suscitare capitan Andrea Brighenti, al quale guarda con attenzione soprattutto il Novara, ma sembra che anche la Feralpisalò possa inserirsi nella trattativa.