L'allenatore Bisoli
L'allenatore Bisoli

Cremona, 3 luglio 2020 - La Cremonese tiene stretto fino in fondo l’esiguo vantaggio con il Pescara guadagnato dopo soli 5’ e conquista una vittoria che rappresenta un passo in avanti prezioso verso quella salvezza che la compagine di mister Bisoli è fermamente decisa a non lasciarsi sfuggire di mano. Nei primi minuti gli abruzzesi si presentano molto offensivi, ma al 5’ la strada per i biancazzurri si mette subito in salita. Valzania scaglia una sventola che finisce sul palo e poi termina la sua corsa in fondo alla rete. Il rapido vantaggio non placa la voglia di fare dei grigiorossi che nei primi minuti mettono in mostra trame assai insidiose, ma le conclusioni di Ciofani non riescono a trovare il raddoppio. Superato il 10’, cresce l’intensità delle azioni degli ospiti, che ci provano con Zappa e Clemenza, ma la porta di Ravaglia non corre pericoli. Intorno al 20’ Masciangelo prima e Maniero poi cercano di rendersi insidiosi, ma la difesa locale è attenta e copre puntualmente tutti i varchi. Dopo un botta e risposta rimasto senza esito tra Gustafson e Memushaj, Zappa tenta nuovamente di mettersi in luce, ma al momento del tiro non riesce a colpire la sfera a dovere. Al 32’ giunge la risposta della squadra di Bisoli, costretto in tribuna dalla squalifica e sostituito in panchina da Simone Groppi. Castagnetti mette in movimento Parigini che è abile ad andare al tiro, ma Fiorillo non si lascia sorprendere. È un buon momento per la Cremonese, che torna a farsi pericolosa prima con Parigini e poi con Gustafson, mentre al 41’ la replica pescarese sortisce soltanto un colpo di testa di Maniero che non crea problemi. Il primo tempo si chiude con un tentativo di Clemenza dalla distanza, troppo poco per impensierire Ravaglia e per mettere in discussione il meritato vantaggio con il quale i grigiorossi possono andare al riposo.

In avvio di ripresa Legrottaglie cerca di spingere ulteriormente in avanti la sua squadra, ma il primo spunto è di marca locale con Castagnetti che al 3’ obbliga Fiorillo ad allontanare la sfera per rintuzzare un invitante traversone verso l’area ospite. Al 10’ la Cremonese sfiora il raddoppio con Bianchetti che, ben servito da Ciofani, calcia a rete, ma la sfera si perde d’un soffio sul fondo. I padroni di casa rischiano di pagare a carissimo prezzo l’occasione sciupata e al 15’ Galano riesce ad involarsi verso ravaglia, ma al momento del tiro vanifica l’azione.

La sfida si mantiene aperta con ripetuti capovolgimenti di fronte. Dopo un bel tiro di Gustafson che termina alto di poco, al 23’ giunge la replica del Pescara con Zappa e Clemenza che duettano nell’area locale, ma non riescono a trovare lo spazio per concludere. Dopo la girandola delle sostituzioni alla quale ricorrono le due contendenti al 25’, alla mezzora la Cremonese deve fare i conti con un brivido neutralizzato però in bello stile da Ravaglia, che annulla una sventola dell’attivo Clemenza destinata a finire sotto la traversa. La formazione di Bisoli arretra il raggio della sua azione e rinuncia a giocare in contropiede, ma protegge con determinazione l’esiguo vantaggio. Gli ultimi minuti scorrono lenti ed interminabili per i grigiorossi che temono di subire una nuova beffa come a Salerno, ma questa volta il recupero è indolore per la Cremonese che può mettere in cassaforte tre punti letteralmente dorati.

Cremonese-Pescara 1-0 (1-0)

Cremonese (4-3-3): Ravaglia 6,5; Bianchetti 6,5, Ravanelli 6, Terranova 6, Zortea 6; Valzania 6,5 (15’ st Kingsley 6), Castagnetti 6,5 (43’ st Mogos sv), Gustafson 6; Parigini 6 (1’ st Palombi 6), Ciofani 6 (25’ st Ceravolo 6), Celar 6 (25’ st Crescenzi 6). A disposizione: Volpe; Scarduzio; Claiton; Piccolo; Boultam; Gaetano. All: Pierpaolo Bisoli (in panchina Simone Groppi) 6,5.
Pescara (4-4-2): Fiorillo 6,5; Balzano 6 (1’ st Pucciarelli 6), Bettella 6, Scognamiglio 6, Masciangelo 6,5 (25’ st Crecco 6); Zappa 6, Busellato 6 (25’ st Kastanos 6), Memushaj 6,5, Clemenza 6,5 (38’ st Pavone sv); Galano 6, Maniero 6 (37’ st Borrelli sv). A disposizione: Alastra; Del Grosso; Drudi; Palmiero; Mane; Bojinov; Melegoni. All: Nicola Legrottaglie 6.
Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco 6.
Reti: 5’ pt Valzania.
Note: ammoniti: Valzania; Galano; Ravaglia; Scognamiglio – angoli: 2-5 – recupero: 0 e 4’ – match giocato a porte chiuse.