Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Cremonese, una beffa da trasformare in nuovo slancio

Mister Mandorlini dopo l'amaro pareggio con il Pescara guarda avanti e sottolinea la necessità di migliorare nella gestione degli ultimi minuti della squadra grigiorossa che venerdì sera giocherà in anticipo in casa del Palermo

di LUCA MARINONI
Ultimo aggiornamento il 26 agosto 2018 alle 16:55
Nella gara col Pescara la gioia dei grigiorossi è svanita all'ultimo minuto di recupero

Cremona, 26 agosto 2018 - Il pareggio subito negli ultimi secondi del recupero ha fatto svanire il desiderato esordio con vittoria della Cremonese. Con il Pescara la squadra grigiorossa è passata meritatamente in vantaggio (bel gol di Castrovilli), ha controllato a lungo il gioco ed ha sfiorato pure il raddoppio, ma non è riuscita a chiudere la partita e nel finale ha dovuto soffrire per il ritorno degli abruzzesi che sono riusciti ad acciuffare il risultato positivo proprio all'ultimo tentativo. Una situazione che certo non ha fatto piacere a Mister Mandorlini, che ha subito posto al centro dell'attenzione le pecche evidenziate da questa prima giornata: "Dobbiamo migliorare la gestione degli ultimi minuti. Dispiace perché la partita era ormai chiusa. Non abbiamo subito praticamente niente e non pensavo proprio che potessimo prendere il gol. Invece è bastata un'incomprensione, una palla alta che ha sancito il pareggio quando la vittoria sembrava ormai scritta. C'è dispiacere, anche perché non meritavamo di pareggiare, la gara doveva chiudersi con una nostra vittoria". Così, invece, non è stato, ma questa prima uscita stagionale può e deve rappresentare una sorta di lezione per la compagine cremonese: "Dobbiamo ripartire da qui - conviene Andrea Mandorlini - valuteremo le condizioni di Montalto che dovrebbe aver subito una forte distorsione alla caviglia. Poi cercheremo di lavorare per migliorare quello che non ha funzionato. L'espulsione di Greco (che quindi salterà l'anticipo di venerdì in casa del Palermo - ndr) ci ha condizionati. Tanti aspetti tattici sono cambiati e non siamo riusciti a condurre in porto una vittoria che pure avremmo potuto e dovuto conquistare". Una partenza che non ha portato i tre punti voluti, ma che deve trasformarsi in uno stimolo in più per i grigiorossi che, a questo punto, sono attesi da una vera e propria prova di maturità in casa di una delle contendenti più attese del Campionato cadetto (magari anche con qualche assenza di troppo…). Tornare con un risultato positivo dall'anticipo di Palermo confermerebbe che questa Cremonese ha le carte in regola per far bene e renderebbe meno dolorosi i due punti evaporati alla fine del recupero con il Pescara.


 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.