Boris Radunovic

Cremona, 23 luglio 2018 - La Cremonese, dopo avere iniziato la nuova stagione con un pareggio in rimonta (2-2 il finale) nell'amichevole con il Pisa, si è concessa un giorno di riposto. Una pausa all'inizio della settimana che concluderà il ritiro in quota della squadra di Andrea Mandorlini, giorni che si preannunciano fin d'ora particolarmente intensi e con le amichevoli con il Cagliari di giovedì e con il Cittadella di sabato in bella evidenza.

La prima sgambata con i nerazzurri di serie C ha confermato le previsioni della vigilia. I grigiorossi in questo momento evidenziano le "tossine" di una preparazione senza dubbio pesante e sono ancora impegnati a definire gli ultimi particolari necessari per giungere alla quadratura del cerchio, attesa per i primi impegni ufficiali della nuova stagione (il 5 agosto è in programma l'esordio nella Tim Cup con la vincente di Pisa-Triestina. Nella prima uscita con i toscani (che dunque potrebbero anche tenere a battesimo il nuovo anno per la compagine di Mister Mandorlini) non sono scesi in campo Paulinho e Mogos, da poco arrivati in ritiro, e gli acciaccati Piccolo, Perrulli e Cinaglia. Piccoli intoppi che non dovrebbero preoccupare una Cremonese che continua a vigilare con attenzione sul mercato, da dove potrebbero giungere ulteriori novità nelle prossime ore. La prima potrebbe giungere dal binario delle partenze. La doppietta che ha consentito di agganciare il Pisa (capace di portarsi sul 2-0) potrebbe trasformarsi in una sorta di saluto d'addio di Andrea Brighenti. Il capitano pare infatti destinato a lasciare Cremona. Sulle sue tracce insiste sempre il Vicenza, ma nelle ultime ore c'è stata l'intromissione pure di alcune squadre di B che potrebbero cambiare le carte in tavola (la sua partenza aprirebbe le porte all'acquisto di un nuovo attaccante). Sul fronte degli arrivi l'obiettivo numero uno rimane il successore di Samir Ujkani, ruolo che potrebbe diventare di Boris Radunovic, promettente classe '96 dell'Atalanta che ha giocato la scorsa stagione alla Salernitana. E' vicino alla maglia grigiorossa anche il difensore centrale di scuola Juve (reduce da un anno al Novara), Dario Del Fabro.