Esultano i grigiorossi, il 2018 si è chiuso con una vittoria di buon auspicio
Esultano i grigiorossi, il 2018 si è chiuso con una vittoria di buon auspicio

Cremonese, 30 dicembre 2018 - Nella partita più difficile la Cremonese mette in campo una grande prova d'orgoglio e supera il Perugia con un eloquente 3-0. Nonostante i timori della vigilia, con i grigiorossi reduci da tre sconfitte consecutive e gli umbri lanciati verso le zone alte dei play off, l'ultimo incontro del 2018 si dimostra molto meno insidioso delle previsioni per la squadra di Massimo Rastelli, che riesce ben presto ad imprigionare i Grifoni, apparsi tutt'altro che in grande spolvero. A fare la differenza è comunque soprattutto la prova dei padroni di casa, apparsi concentrati e concreti dall'inizio alla fine nonostante lo sciopero del tifo attuato dai tifosi della Curva Sud.

Sono gli ospiti a rendersi pericolosi per primi con una bella conclusione di Mazzocchi su punizione al 4' che manda la sfera poco distante dai pali della porta grigiorossa. All'11' Falasco batte un'altra punizione che costringe Ravaglia a salvarsi sulla linea di porta, ma gli ospiti ritengono che la palla abbia superato la riga e richiedono a gran voce il gol che l'arbitro non concede. Un grosso brivido per la Cremonese, che nell'azione susseguente passa in vantaggio. E' il 15' quando sugli sviluppi di un angolo la palla giunge a Terranova che di testa sblocca il risultato. Una rete inattesa per i Grifoni, che non riescono a reagire e al 22' incassano il raddoppio con una splendida palombella di Piccolo che firma il 2-0. La squadra di Nesta è al tappeto e al 36' subisce anche il terzo gol. E' un nuovo colpo di testa, questa volta di Castrovilli, a siglare il pesante 3-0 con il quale le due contendenti vanno al riposo.

Un vantaggio più che rassicurante per i grigiorossi, che nella ripresa possono amministrare in tutta sicurezza una vittoria già in cassaforte. Il Perugia cerca di destarsi dal suo torpore, ma non riesce a trovare la rete che potrebbe riaccendere la fiammella della speranza e al quarto d'ora un grande spunto di Castrovilli vale il poker che mortifica ulteriormente i Grifoni (ai quali non rimane che dimenticare in fretta un pomeriggio tanto negativo). La Cremonese può così condurre in porto una vittoria che le permette di chiudere nel migliore dei modi un anno avaro di soddisfazioni come il 2018. In un sol colpo i grigiorossi tornano alla vittoria, ritrovano il feeling con il gol e consolidano la posizione in panchina di Rastelli. Il congedo ideale per affidare al 2019 il compito di portare le soddisfazioni desiderate.



Cremonese-Perugia 4-0 (3-0)

Cremonese (4-4-2): Ravaglia 6.5; Mogos 6.5, Claiton 6, Terranova 6.5, Migliore 6; Boultam 6 (19’ st Croce 6), Arini 6.5, Castagnetti 6 (40’ pt Emmers 6), Castrovilli 6.5; Carretta 6.5, Piccolo 7 (28’ st Strefezza). A disposizione: Agazzi; Volpe; Kresic; Marconi; Ranzetti; Poledri; Greco; Montalto. All: Massimo Rastelli 6.5.
Perugia (4-3-1-2): Gabriel 5.5; Mazzocchi 6, Gyomber 5.5, El Yamiq 5.5, Falasco 6; Kouan 5.5 (17’ st Bianco sv), Bordin 6; Dragomir 5.5 (10’ st Moscati sv); Verre 6; Han 6 (32’ st Bianchimano sv), Vido 6. A disposizione: Leali; Perilli; Cremonesi; Felicioli; Ngawa; Sgarbi; Kingsley; Ranocchia; Mustacchio. All: Alessandro Nesta 5.5.
Arbitro: Daniele Minelli di Varese 6.
Reti: 15’ pt Terranova; 22’ pt Piccolo; 36’ pt e 15’ st Castrovilli.
Note: ammoniti; Boultam; Terranova; Dragomir; Bianchimano; Falasco – angoli: 3-2 per la Cremonese – recupero: 2’ e 2’ - spettatori: 6.100 circa.