Cremonese-Livorno
Cremonese-Livorno

Cremona, 30 novembre 2019 - La Cremonese è costretta a rimandare il desiderato salto di qualità anche in casa. Con un volitivo Livorno matura un pareggio a reti inviolate che impedisce ai grigiorossi di compiere il sospirato balzo in avanti al termine di un incontro nel quale la formazione di Baroni, ripartito dal 3-5-2 con gli esordi di Boultam e Zortea, non è riuscita ad assumere le redini del gioco ed ha dovuto fare i conti con le maggiori opportunità costruite dai toscani. La gara si apre con gli ospiti che si rendono pericolosi per primi. E’ il 3’ quando Davide Agazzi si impossessa di una corta respinta della difesa grigiorossa e cerca di impegnare il suo omonimo a difesa della porta locale, ma la sua conclusione non è precisa. Al 7’ una nuova tegola per la squadra di Baroni. Boultam, lanciato titolare a sorpresa insieme a Zortea, si accascia a terra e dev’essere sostituito da Soddimo.

Subito dopo il confronto entra in una fase piuttosto equilibrata, senza grossi sussulti. Per attendere un nuovo spunto bisogna infatti attendere il 20’, quando Soddimo anticipa tutti su un cross di Migliore, ma non inquadra lo specchio della porta. Nuovo brivido per i già infreddoliti tifosi cremonesi al 27’. Marras lancia splendidamente Rocca davanti ad Agazzi, ma al momento decisivo riesce a recuperare in modo provvidenziale Bianchetti. Viste le difficoltà della sua squadra, mister Baroni prova a mescolare le carte e dopo la mezzora passa alla difesa a quattro, con Ravanelli e Terranova centrali, supportati sugli esterni da Bianchetti e Migliore. Il cambio non sortisce però particolari benefici alla Cremonese, tanto che la rete difesa da Plizzari non corre mai seri pericoli. Prima dell’intervallo prova ancora la conclusione Marras, ma la sfera viene rintuzzata in angolo. L’ultimo spunto del primo tempo è però di marca locale, con Ciofani che di testa anticipa tutti su un bel cross di Zortea e manda la palla di poco sul fondo. Anche la ripresa si apre con un’occasione per gli amaranto, che al 1’ minacciano Agazzi con una secca sventola di Gasbarro, ma il portiere grigiorosso è attento.

La formazione di Baroni non riesce ad assumere le redini del gioco. I grigiorossi giocano con volontà, ma non riescono a dare concretezza alle loro manovre. Il tempo scorre, ma le palle-gol per i padroni di casa tardano ad arrivare e solo al 25’ Soddimo riesce a destreggiarsi ben al tiro, ma Plizzari devia in angolo. La replica dei labronici giunge al 37’. Gasbarro lancia un pericolosissimo pallone nell’area locale, dove Migliore anticipa tutti in modo provvidenziale e si rifugia in corner. Nel finale la Cremonese non riesce a creare nuove occasioni. Sono così gli ospiti ad avvicinarsi al vantaggio e dapprima Murilo chiama Agazzi alla parata con una sventola dalla distanza, mentre al 45’ Davide Agazzi e Raicevic non riescono a depositare in fondo al sacco il pallone che avrebbe potuto costringere la Cremonese all’inseguimento. Gli ultimi 4’ di recupero offrono emozioni inattese e proprio all’ultimo assalto Ciofani ha la palla per decidere il match, ma Plizzari si oppone e sancisce il definitivo pareggio.


CREMONESE-LIVORNO 0-0 (0-0)
Cremonese (3-5-2): Michael Agazzi 6.5; Ravanelli 6, Bianchetti 6, Terranova 6.5; Zortea 6 (26’ st Mogos 6), Valzania 6, Arini 6, Boultam sv (9’ pt Soddimo 6), Migliore 6.5; Ceravolo 6 (19’ st Palombi 6), Ciofani 6. A disposizione: Ravaglia; Volpe; Claiton; Caracciolo; Renzetti; Gustafson; Cella; Girelli. All: Marco Baroni 6.
Livorno (4-2-3-1): Plizzari 6.5; Del Prato 6, Gonneli 6, Bogdan 6; Gasbarro 6.5; Davide Agazzi 6, Luci 6; Marras 6.5 (19’ st Murilo 6.5), Rocca 6 (29’ st Boben 6), Marsura 6; Mazzeo 6 (15’ st Raicevic 6.5). A disposizione: Zima; Ricci; A. Rizzo; Viviani; L. Rizzo; Braken; Di Gennaro; Porcino; Morganella. All: Roberto Breda 6.5.
Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna 6.
Note: ammoniti: Gasbarro; Migliore; Terranova; Mazzeo; Arini; Raicevic – angoli: 5-4 – recupero: 2’ e 4’ – spettatori: 5.500 circa.