Vasile Mogos potrebbe rimanere l'unico terzino destro in forza all'organico grigiorosso
Vasile Mogos potrebbe rimanere l'unico terzino destro in forza all'organico grigiorosso

Cremona, 24 agosto 2018 - La Cremonese ha ormai completato la preparazione e domani allo "Zini" (direzione arbitrale affidata a Ros di Pordenone) inizierà la sua nuova avventura in serie B ospitando il Pescara. Dopo la sofferta salvezza strappata lo scorso anno nel finale di stagione la società abruzzese ha confermato la sua fiducia all'esperto Bepi Pillon, affidandogli un gruppo ricco di giovani di belle speranze che il tecnico veneto dovrà condurre a dare il massimo. Un avversario da prendere con le molle per la squadra grigiorossa, che proprio alla vigilia di questa prima giornata ha visto porsi al centro dell'attenzione il "caso-Cinaglia". Per il momento la società non ha diffuso nessuna comunicazione ufficiale, ma sembra proprio che il difensore non rientri più nei piani della Cremonese. L'ex ascolano potrebbe comunque rimanere a Cremona fino alla riapertura del mercato a gennaio (pur restando ai margini) e cercarsi in seguito una nuova collocazione.

Sono possibili anche altre due strade, però, visto che si potrebbe giungere ad una risoluzione del contratto oppure Davide Cinaglia potrebbe cercare (con la massima rapidità visti i tempi) una collocazione in serie C. Per quel che riguarda la squadra allenata da Andrea Mandorlini, la decisione di rinunciare a Cinaglia lascerebbe un solo terzino destro in rosa, con la conseguenza che non ci sarebbero alternative a Vasile Mogos. Una situazione che ben difficilmente porterebbe sino al termine del torneo la formazione grigiorossa, che, al contrario, potrebbe individuare un "vice-Mogos" nel mercato degli svincolati. In questo momento tornano così di attualità i nomi che già erano sono stati avvicinati alla Cremonese ad inizio mercato, prima dell'arrivo del terzino rumeno dall'Ascoli (Aleandro Rosi, ex Livorno, e l'ex palermitano Michel Morganella, ma si parla anche dell'ex perugino Damiano Zanon). Il sodalizio grigiorosso deciderà dopo la gara con in Pescara in vista della quale sembra confermato il 4-3-3 al quale Mister Mandorlini chiederà di far partire con il piede giusto la sua squadra.