Violenza sulle donne (foto di repertorio)
Violenza sulle donne (foto di repertorio)

Cremona, 29 dicembre 2017 - Ha legato, picchiato e minacciato di morte con un coltello la moglie davanti ai figli, per questo un ecuadoriano di 34 anni è stato colto in fragrante e arrestato per maltrattamenti in famiglia dai Carabinieri di Cremona. La donna ecuadoriana di 32 anni è stata trasportata in ospedale a Codogno (Lodi), e poi dimessa con una prognosi di tre settimane. Per lei si è trattato della fine di un incubo durato tre mesi, segnati da una continua escalation di violenza. A liberarla è stato uno dei figli minorenni, che ha trovato il coraggio di chiamare i carabinieri. I militari sono intervenuti in forze e hanno fermato il marito prima che potesse infliggere lesioni ancora più pesanti e profonde.

Movente di tutte le aggressioni è stata la gelosia associata, da quanto si è appreso, a un consumo sempre più elevato di alcol. L'uomo, di professione panettiere, non accettava la fine della relazione e da ottobre a dicembre avrebbe più volte malmenato la consorte, intimandole di non lasciarlo. La donna ha sopportato lividi e prevaricazioni, senza mai sporgere denuncia, probabilmente per paura, o forse perché in cuor suo sperava che il marito prima o poi capisse la situazione e finisse per accettarla.