Crema, 2 marzo 2018 - Vaccini, il prossimo 10 marzo chi c’è, c’è. Nel senso che chi frequenta la scuola (dalla primaria in su) e non può dimostrare di essersi vaccinato, dovrà restare a casa. Proprio come i bambini della materna o del nido i quali senza le vaccinazioni non sono nemmeno potuti entrare da subito nelle rispettive scuole. La situazione in provincia di Cremona vede 48.612 persone nate dal 2001 al 2015 chiamate a vaccinarsi. Due le vaccinazioni obbligatorie per un totale di dieci malattie e quattro vaccini caldamente sostenuti, anche se non obbligatori. I nati dal 2001 al 2004 (9695 ragazzi) devono sottoporsi alle quattro vaccinazioni obbligatorie e, se vogliono, alle cinque raccomandate dal piano nazionale vaccini. Di questi 1362 a ottobre non erano vaccinati, mentre a fine dicembre 103 hanno espletato l’obbligo, mentre 1259 sono a rischio espulsione.

I nati dal 2005 al 2011 sono 20.523. Devono effettuare obbligatoriamente tutti i vaccini. Di questi, 1314 non era in regola a ottobre e al 31 dicembre si erano messi in regola 176 ragazzi. Infine, 12025 sono i bambini che frequentano le materne e i nidi con obbligo di vaccinazione. Di questi, 935 non è potuta entrare a scuola a ottobre perché non vaccinata e fino alla fine dell’anno si erano vaccinati e avevano potuto frequentare la materna 137 bambini e l’asilo nido 58. Restano fuori 405 bambini da nido e materne e 352 dalle materne.